Stop alle forniture di gas: il colosso tedesco Uniper potrà pretendere miliardi da Gazprom

Stop alle forniture di gas: il colosso tedesco Uniper potrà pretendere miliardi da Gazprom
Stop alle forniture di gas: il colosso tedesco Uniper potrà pretendere miliardi da Gazprom
-

Gazprom ha iniziato a rallentare le forniture di gas all’Europa, in particolare alla Germania, nel giugno 2022, prima di interromperle.

ANNUNCIO

Il tribunale arbitrale internazionale di Stoccolma ha riconosciuto il diritto della società tedesca Uniper a pretendere da Gazprom oltre 13 miliardi di euro, per risarcire i danni legati alla riduzione delle consegne di gas negli ultimi due anni.

Gazprom ha invocato la “forza maggiore” per giustificare la riduzione delle forniture di gas e la chiusura completa dei gasdotti Nord Stream, a causa del conflitto che infuria tra Russia e Ucraina dal febbraio 2022.

Chiudi la pubblicità

Il caso di forza maggiore consente generalmente a un’azienda di deviare dai propri obblighi contrattuali e di sfuggire ai procedimenti legali che potrebbero derivarne. Tuttavia, sul piano giuridico, questa situazione deve essere giustificata da un evento di carattere imprevedibile, sul quale nessuno può influire.

Gazprom ha cercato di far valere la forza maggiore non solo con Uniper, ma anche con altri clienti europei, tra cui la società energetica tedesca RWE Group.

Nel caso di Uniper, il colosso russo del gas non ha fornito ulteriori dettagli per invocare la forza maggiore, cosa che ha portato il fornitore tedesco a respingere l’offerta. Il tribunale arbitrale, nella sua decisione, si è quindi pronunciato in favore della società tedesca, riconoscendole il diritto di risolvere unilateralmente i contratti a lungo termine di fornitura di gas stipulati con Gazprom.

Per Uniper, che dipendeva in gran parte dalle forniture di gas dell’operatore russo, la riduzione delle consegne ha rappresentato un forte shock, costringendola a cercare altri fornitori molto più costosi sul mercato spot del gas, in un arco di tempo molto breve.

L’azienda ha quindi registrato per un lungo periodo perdite considerevoli, che l’hanno portata sull’orlo dell’insolvenza.

In un comunicato stampa, Michael Lewis, amministratore delegato di Uniper, ha affermato che “questa decisione [apportait] un chiarimento giuridico a Uniper. “Grazie al diritto di risoluzione concesso dal lodo arbitrale, risolviamo i contratti con Gazprom Export”, ha aggiunto.

“La posizione di Uniper è stata confermata anche sulla questione dei danni. Eventuali somme verranno versate al governo federale tedesco. Allo stato attuale delle cose non è ancora sicuro se si possano prevedere somme considerevoli”.

“La risoluzione dei contratti con Gazprom Export è l’ultima di una serie di decisioni coerenti prese negli ultimi tre anni. Durante questo periodo, Uniper ha cancellato la sua quota di finanziamento del gasdotto Nordstream 2, la sua partecipazione nella controllata russa Unipro e lasciare scadere i suoi contratti di fornitura di carbone con la Russia.

Lewis ha inoltre osservato che Uniper da allora ha adottato ulteriori misure per espandere e diversificare le proprie attività di gas e i propri fornitori.

Gazprom ha interrotto per diversi mesi le forniture di gas all’Europa

Il colosso energetico russo ha tagliato gradualmente le consegne di gas in Europa nel corso di diversi mesi, con le consegne dal gasdotto Nord Stream 1 in calo di circa il 75% nel giugno 2022, da 170 milioni di metri cubi al mese a 40 milioni di metri cubi.

Poi, nel luglio 2022, la Russia ha chiuso il Nord Stream 1 per effettuare lavori di manutenzione e riparazione per una decina di giorni. Tuttavia, una volta rimessa in servizio la condotta, le forniture sono scese ulteriormente, arrivando a 20 milioni di metri cubi.

Alla fine di agosto 2022, il gasdotto Nord Stream 1 è stato completamente chiuso, a causa di problemi alle apparecchiature. Da allora il gasdotto è fuori servizio.

Nel settembre 2022, i gasdotti Nord Stream 1 e Nord Stream 2 hanno subito una serie di esplosioni inspiegabili, le cui circostanze devono ancora essere stabilite.

-

PREV gli avvocati del giocatore sostengono che il video sia stato “rubato”
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole