Elettricità: verso nuove ore non di punta durante la giornata?

Elettricità: verso nuove ore non di punta durante la giornata?
Elettricità: verso nuove ore non di punta durante la giornata?
-

Le ore non di punta sono quelle notturne. Questo è il fatto indiscutibile con cui compensano i 15 milioni di abbonati francesi a questa opzione tariffaria. Solo che questa realtà potrebbe presto cambiare. Per rispondere ai cambiamenti nel consumo e nella produzione di elettricità, la CRE vuole che durante il giorno siano offerte ore non di punta. Choisir.com ritorna su questa possibilità sotto forma di una rivoluzione che potrebbe entrare in vigore a partire dal 2025.

pubblicato su 23/05/2024 alle 15:06 |
Aggiornato 23/05/2024 alle 15:06
| di
Johann Sonneck

Ore non di punta durante il giorno per adattarsi alla crescita delle energie rinnovabili, come l’energia solare

Entro il 2035, il consumo di elettricità aumenterà in modo significativo in Francia. Di fronte a questa evoluzione, come a quella dei metodi di produzione dell’energia elettrica, la chiave è promuovere una migliore distribuzione di questi consumi. Questo è il dossier su cui sta attualmente lavorando la Commissione per la regolamentazione dell’energia (CRE). Il suo obiettivo: sviluppare l’attrattiva delle ore non di punta tra i consumatori. Oggi ne beneficiano 15 milioni di abbonati.

Con un’osservazione di buon senso fatta dal regolatore:

  • finora vengono praticate ore non di punta, con tariffe più basse soprattutto di notte ;
  • tuttavia, con il contributo sempre più importante dei pannelli fotovoltaici, è il giorno in cui il Paese produce grandi quantità di energia a basso costo.

Quindi, secondo le parole della sua presidente, Emmanuelle Wargon, l’interesse sarebbe quello di “ allineare prezzi e capacità produttive “. Con l’obiettivo di adattarsi al meglio all’aumento dell’energia solare come le altre fonti di energia rinnovabile.

Questo sistema di orari non di punta è nato negli anni ’60, in connessione con lo sviluppo dell’energia nucleare, allora prodotta prevalentemente di notte. Secondo i dati forniti da Enedis, si trovano le ore non di punta Oggi :

  • fra 20:00 e 8:00 per circa il 60% dei clienti interessati;
  • fra 12:00 e 17:00 Poi dalle 20:00 alle 8:00 per circa il 40% di essi.

Solo che, ultimamente, le abitudini di consumo stanno cambiando anche a causa delle innovazioni tecnologiche e dell’impatto di il riscaldamento globale :

Lo spostamento delle ore non di punta durante il giorno consentirebbe quindi di farlo ridurre la pressione sulla rete elettrica. Con un doppio vantaggio:

  • evitare picchi di consumotra il funzionamento serale di lavatrici, lavastoviglie, forni e altri elettrodomestici;
  • e così ridurre il rischio di impennate dei prezziche accelera quando l’elettricità scarseggia.

Sei sicuro di non pagare troppo per la tua elettricità?

fare una simulazione

Nuovi orari non di punta offerti senza dubbio dai fornitori ai propri clienti a partire dal 2025

Offerta nuovi orari non di punta durante la giornata sarebbe una buona notizia per la maggior parte dei clienti che hanno sottoscritto questa opzione. Forse un po’ meno per i possessori di un veicolo elettrico, con la necessità di ricaricarlo la sera. Secondo alcuni specialisti questa sarebbe una risposta adeguata anche per tenere conto dell’energia solare. Là produzione solare può infatti essere utilizzato in due modi diversi:

  1. Prima di tutto, conservarlo nelle batterie per un uso successivo, che a volte è considerato costoso e non redditizio;
  2. seconda soluzione, consumarlo durante il giorno, al momento della produzioneil che sarebbe molto interessante con la creazione di questi nuovi orari non di punta.

Pertanto, il CRE vuole che siano in grado di:

  • incontrarci a metà giornata, su Fasce orarie abbastanza estese, dalle 11 alle 17. Per esempio ;
  • consentire a maggiore divario di prezzo rispetto alle ore di punta rispetto a quanto avviene oggi;
  • Essere modulato a seconda delle stagioni.

Emmanuelle Wargon precisa che “l’obiettivo è arrivare a un piano che ci sia ore non di punta a mezzogiorno in estate e di notte in inverno “. Un’altra possibilità è quella menzionata da Yannick Jacquemart, direttore delle nuove flessibilità per il sistema elettrico della RTE, Rete di trasmissione dell’energia elettrica. “D’ora in poi l’elettricità sarà più economica e più disponibile sempre di notte, poiché si consuma meno, ma anche a metà giornata”. Il motivo è ovviamente “che grazie al fotovoltaico c’è molta più produzione disponibile”. Inoltre, da ora in poi anche la produzione nucleare si è adattata e avviene anche durante il giorno per soddisfare al meglio le esigenze. Pertanto potrebbe anche esserci orari non di punta :

  • durante il giorno ;
  • e anche durante la notte.

La CRE sta quindi discutendo con Enedis, gestore della rete elettrica in Francia. In ogni caso, questo cambiamento sarebbe sinonimo di un enorme sconvolgimento. Il regolatore vuole a implementato dal 2025. “Sarà sostenibile per dieci, quindici o venti anni”, spiega Yannick Jacquemart. Per lui “è una nuova abitudine a cui dobbiamo abituarci. Una nuovo modo di consumare energia elettrica “. I fornitori dovrebbero quindi, presto, offrire nuove fasce orarie non di punta ai loro abbonati.

La riflessione della CRE riguarda anche la TURPE, la tariffa per l’utilizzo delle reti elettriche pubbliche. Si tratta di un parte fiscale di ciascuna fattura. Di fronte agli enormi investimenti futuri da realizzare per il buon funzionamento della rete elettrica, essa dovrebbe progredire in futuro. Ricorda che un’altra tassa, laaccise sull’energia elettrica o l’imposta nazionale sui consumi finali dell’elettricità (TICFE) è già stata aumentata all’inizio dell’anno. Quest’ultimo è stato responsabile dell’aumento dei prezzi dell’elettricità all’8,6% e al 9,8% in febbraio, che ha avuto un forte impatto sulla potere d’acquisto delle famiglie.

Vuoi e basta agire per ridurre l’importo delle bollettead esempio sottoscrivendo un’offerta contrattualeopzione per le ore di punta/non di punta ? Per vedere più chiaramente tra tutte le offerte del mercato, non esitate a consultare il Comparatore di elettricità di Choisir.com!

Trova l’offerta più economica

I nostri esperti energetici calcolano per te il risparmio che potresti ottenere sulla bolletta elettrica


richiamata gratuita

-

PREV Tasse, lotta all’evasione fiscale… L’Africa deve contare più che mai su se stessa per svilupparsi
NEXT Le emissioni di gas serra della Francia stanno diminuendo