i ricercatori affermano che l’estate del 2023 è stata la più calda degli ultimi 2.000 anni

i ricercatori affermano che l’estate del 2023 è stata la più calda degli ultimi 2.000 anni
i ricercatori affermano che l’estate del 2023 è stata la più calda degli ultimi 2.000 anni
-

“Il 2023 ha rappresentato l’estate più calda nell’emisfero settentrionale extra-tropicale negli ultimi 2.000 anni”, hanno scritto martedì 14 maggio sulla rivista Nature gli scienziati che hanno ricostruito le temperature passate per i mesi da giugno ad agosto.

L’anno 2023, l’anno più caldo mai registrato al mondo, ha battuto un altro record: gli scienziati sono stati in grado di stabilire che l’estate nell’emisfero settentrionale è stata la più calda degli ultimi 2000 anni, secondo uno studio pubblicato martedì 14 maggio.

“Non dovremmo essere sorpresi”, ha detto Jan Esper, professore di climatologia all’Università Gutenberg di Magonza, in Germania, e autore principale dello studio. “Per me è solo la continuazione di ciò che abbiamo iniziato con l’emissione di gas serra”, con l’uso massiccio di combustibili fossili fin dall’era industriale, sottolinea.

Per questo studio, gli scienziati hanno utilizzato i dati degli anelli degli alberi per stimare le temperature prima che fossero registrate da strumenti di misurazione, prima del 1850 e fino all’1 d.C.

Un record dall’anno 246

L’analisi degli anelli di crescita (gli anelli concentrici che prendono forma nel tempo nel cuore dell’albero) permette di ricostruire con precisione condizioni climatiche antiche, secondo una disciplina chiamata dendrocronologia.

Sembra che il periodo estivo del 2023 sia stato almeno 0,5°C più caldo dell’estate dell’anno 246, la più calda di questo periodo prima delle registrazioni strumentali.

Questa cifra tiene conto di un certo margine di incertezza per i dati passati. Senza di essa, l’estate del 2023 sarebbe addirittura 1,19°C più calda di quella del 246.

Il divario con il passato si allarga ancora di più se si considerano gli anni più freddi, evidenziando l’aspetto eccezionale del recente riscaldamento. Pertanto, l’estate del 2023 è stata quasi 4°C più calda rispetto all’estate del 536, quando le temperature crollarono a causa di un’eruzione vulcanica.

Le estati più calde hanno anche conseguenze sulla salute: in un altro studio pubblicato martedì 14 maggio sulla rivista Nature Communications, i ricercatori hanno stabilito che decine di milioni di persone di età superiore ai 69 anni saranno esposte a giornate calde estremamente pericolose per la loro salute entro il 2050.

I più letti

-

PREV Il prezzo di una piuma di uccello estinto in Nuova Zelanda supera i record e ora è persino più costoso dell’oro
NEXT 15 comportamenti di base che ti fanno piacere di più alle persone (istantaneamente)