gli azzurri sono ripartiti alla ricerca dell’oro a Singapore, tre mesi prima delle Olimpiadi di Parigi 2024

gli azzurri sono ripartiti alla ricerca dell’oro a Singapore, tre mesi prima delle Olimpiadi di Parigi 2024
gli azzurri sono ripartiti alla ricerca dell’oro a Singapore, tre mesi prima delle Olimpiadi di Parigi 2024
-

Si tratta del penultimo torneo della stagione prima dei Giochi Olimpici di Parigi 2024. Da venerdì a domenica, i Blues del rugby a sette si sfideranno nella settima tappa delle World Sevens Series a Singapore. Dopo la storica medaglia d’oro a Los Angeles a marzo e la sconfitta nella finale di Hong Kong a inizio aprile, gli uomini di Jérôme Daret vogliono salire ancora una volta sul gradino più alto del podio. Le francesi devono rialzare la testa dopo due tornei senza medaglie.

Meno di tre mesi prima dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, le squadre francesi di rugby a sette sono nella parte finale della loro stagione internazionale. Le dodici migliori nazioni del mondo, femminile e maschile, si incontreranno a Singapore dal venerdì alla domenica. Tre giorni di torneo e un obiettivo: dimostrare che la Francia è davvero una delle grandi favorite per il torneo olimpico che si terrà allo Stade de France a fine luglio.

I francesi hanno conquistato tre podi da Vancouver a fine febbraio: bronzo in Canada, oro a Los Angeles e infine argento a Hong Kong il 7 aprile. In Cina, gli uomini di Jérôme Daret sono caduti in finale contro i neozelandesi (7-10). “Abbiamo messo tanti contenuti in questo torneo in termini di costruzione di gioco e versatilità – ha detto il tecnico dopo la partita – Questa sconfitta ci servirà bene, la analizzeremo per cercare il meglio dei metalli”.

Dupont atteso in Spagna

“Siamo ovviamente delusi”, ha continuato il capitano Paulin Riva, “ma ci siamo assicurati la Top 8. Questo ci darà la carica per le fasi finali di Singapore e Madrid”. I Blues, attualmente quarti nella classifica mondiale dietro Argentina, Irlanda e Fiji, hanno la garanzia di rimanere nella Top 8 di qualificazione per la fase finale delle World Sevens Series. Dal 31 maggio al 2 giugno, le otto migliori nazioni si sfideranno in un torneo finale che assegnerà (un nuovo formato) il titolo al vincitore. Vincere a Madrid “sarebbe un duro colpo per i nostri avversari e arrivare con fiducia alle Olimpiadi”, ha assicurato Paulin Riva a Hong Kong.

È proprio in Spagna che i Blues aspettano, se tutto andrà bene, la loro superstar Antoine Dupont. Il mediano di mischia non si recherà a Singapore perché giocherà la semifinale di Coppa dei Campioni con lo Stade Toulousain contro gli Harlequins (domenica alle 16). Lui che ha esordito a Vancouver e Los Angeles incoronato quest’inverno con una medaglia di bronzo e una d’oro, dovrà partecipare alla tappa di Madrid prima dei Giochi. L’uomo di Tolosa continua la sua preparazione olimpica. Era anche in allenamento con i Bleus du 7 a Capbreton a metà aprile.

Cornici attente

La sua assenza a Hong Kong non sembra aver disturbato i suoi compagni di squadra che hanno giocato la seconda finale consecutiva. “Siamo una squadra, un gruppo unito – ha sottolineato Paulin Riva – Ognuno porta la propria esperienza e il proprio potenziale”.

Jérôme Daret e il suo staff hanno deciso di girare a Singapore. Da notare quattro cambiamenti nel girone rispetto ad Hong Kong. Il capitano Paulin Riva e l’iconico mediano di mischia Stephen Parez-Edo vengono lasciati a riposo, così come Antoine Zeghdar, molto importante in questa stagione, e Varian Pasquet. Sono sostituiti dal rientrante Jean-Pascal Barraque, da Esteban Capilla, Paul Leraître e Thomas Carol. È Rayan Rebbadj a prendere la fascia in assenza di Riva.

Les Bleues sul rilancio

Cambiamento anche tra le francesi. A partire dalle tre settiste andate a dare una mano al XV femminile francese per le ultime due partite del Torneo Sei Nazioni. Joanna Grisez (anche lei costretta al ritiro poco prima dell’Inghilterra per un infortunio al polpaccio), Anne-Cécile Ciofani e Chloé Jacquet sono logicamente risparmiate. Anche Chloé Pelle e Jade Ulutule sono fuori dal gruppo, sostituite da Iän Jason, Yolaine Yengo, Shannon Izar, Cléo Hagel e Alycia Christiaens.

Carla Neisen è in viaggio ma non giocherà le prime partite della Francia questo venerdì. La capitana, che ha giocato 30 partite in questa stagione e segnato 9 mete, dovrà gestire il suo tempo di gioco. Sarà la marcatrice seriale Séraphine Okemba a guidare la squadra a Singapore.

Anche i Bleues, terzi al mondo dietro Nuova Zelanda e Australia, parteciperanno sicuramente al torneo di Madrid. Ma i giocatori di David Courteix devono rimettersi in carreggiata dopo due tornei terminati al quinto e quarto posto a Los Angeles e Hong Kong. I vicecampioni olimpici in carica sognano ancora l’oro mai vinto.

I gironi della squadra francese a Singapore

Uomini (girone B)
Francia
Sud Africa
Spagna
Samoa

Donne (girone B)
Stati Uniti d’America
Francia
Giappone
Sud Africa

Programma dal 3 al 5 MAGGIO (ora di Parigi)

Venerdì 3 maggio
5:00: Francia-Giappone (donne)
8:20: Francia-Samoa (uomini)
10:10: Francia-Sudafrica (donne)
13:50: Francia-Spagna (uomini)

Sabato 4 maggio
5:22: USA-Francia (donne)
8:24: Francia-Sudafrica (uomini)
10:27: inizio quarti di finale (donne)
13:00: inizio quarti di finale (uomini)

Articoli principali

-

PREV Atletica leggera | Noah Lyles sogna quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Parigi
NEXT La NASA sta scommettendo su un sistema ferroviario lunare e sul transito di merci su Marte