cosa significa l’espressione prognosi vitale impegnata?

cosa significa l’espressione prognosi vitale impegnata?
cosa significa l’espressione prognosi vitale impegnata?
-
Notizia

pubblicato su 22/04/2024 ore 10:40
Aggiornato 22/04/2024 ore 10:40

Lettura 2 minuti.

in collaborazione con

Dr Gérald Kierzek (Direttore medico di Doctissimo)

Il cantante Kendji Girac è stato ferito ieri sera da un colpo di pistola, con prognosi in pericolo di vita per qualche tempo. Cosa significa questa espressione? Spiegazioni del dottor Gérald Kierzek, medico d’urgenza e direttore sanitario di Doctissimo.

Spavento per i fan e i cari di Kendji Girac: il cantante 27enne è stato colpito e ferito ieri sera, in un’area di accoglienza dei Traveller a Biscarosse, nelle Landes. Secondo BFM TV, la gendarmeria è arrivata sul posto intorno alle 5:30, scoprendo il cantante gravemente ferito al petto.

La sua prognosi vitale, impegnata per un certo periodo, non è più tale

Sempre secondo il canale televisivo ininterrotto, al momento del trattamento la prognosi vitale di Kendji Girac era in pericolo. Ora non è più così, l’artista cosciente è ora ricoverato all’ospedale universitario di Bordeaux. Citerebbe un incidente domestico per spiegare il suo infortunio.

Cosa significa l’espressione “prognosi vitale impegnata”?

Cosa intendono i medici quando annunciano che la prognosi vitale di una persona è “in pericolo”? Secondo il medico d’urgenza e direttore sanitario di Doctissimo, dottor Gérald Kierzek, “prognosi vitale impegnata” è un’espressione usata nella medicina d’urgenza, in particolare dai Samu, per indicare che una o più funzioni vitali sono minacciate. “In caso di trauma da arma da fuoco, una lesione al torace, come sembra essere il caso in questo caso, è per definizione vitale, perché può raggiungere il torace, il cuore o i grandi vasi. spiega il medico d’urgenza.

Altre lesioni, come ad esempio un trauma cranico, un trauma addominale o un’emorragia, hanno una prognosi sfavorevole.” aggiunge il nostro esperto. “Ciò significa che la vittima è in condizioni critiche e le sue possibilità di sopravvivenza sono incerte.“.

Questa prognosi può cambiare e, se sì, come? Secondo Gérald Kierzek, la valutazione effettuata in ospedale all’arrivo del paziente, soprattutto con l’imaging e lo scanner, permette di definire la prognosi. “Successivamente, l’evoluzione delle prime ore e quella che chiamiamo valutazione dell’infortunio permetteranno di modificare una prognosi vitale da ricoverata a non ricoverata oppure di mantenerla, se la situazione rimane instabile. conclude il medico.

-

PREV Incidente d’elicottero in Iran: parla il governo iraniano dopo l’annuncio della morte di Ebrahim Raïssi
NEXT I centri di detenzione richiedono attenzione urgente