Test Netgear Orbi 970 (WiFi 7): la nostra opinione completa –

-

Segno che il Wi-Fi 7 è davvero lanciato, la gamma Orbi di Netgear si evolve e abbraccia lo standard con l’arrivo del set Orbi 970. Il kit quad-band che testiamo oggi è composto da un router e due satelliti porta il meglio del produttore americano.

Nel menu: 12 antenne per una diffusione ottimale del Wi-Fi 7 o anche porte 10 GbE e 2,5 GbE su ogni box. Tutto questo, unito alla semplicità di utilizzo dei prodotti Orbi che conosciamo e testamo ormai da diversi anni.

La gamma Orbi è ora più vicina ai router Nighthawk con un formato tower particolarmente grande. Se colpisce per le dimensioni imponenti dei suoi case, questo kit Netgear Orbi 970 raggiunge anche un nuovo picco di prezzo poiché viene offerto per il ” civettuolo » somma di 2400 euro. Il prezzo dell’eccellenza?

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) Scheda tecnica

Modello Netgear Orbi 970 (WiFi 7)
senza fili

Wi-Fi 7

Massima velocità Wi-Fi

Throughput: 27 – Unità: Gbit/s

Copertura Wi-Fi

900 mq

Numero massimo di dispositivi collegati

200

Sistema a rete

Compatibilità 4G

NO

Compatibilità 5G

NO

Numero di porte Ethernet

6

Massima velocità Ethernet

10 Gbps

RAM

2GB

Scheda prodotto

Questo test è stato effettuato utilizzando un prodotto prestato dal marchio.

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) Un kit ancora più imponente

Netgear offre qui una notevole evoluzione per il design della sua gamma Orbi. Le scatole abbandonano il formato pinna di squalo per avvicinarsi un po’ a quello che troviamo sul router Nighthawk RS700S (e sulla concorrenza). Una scelta fatta sicuramente per distinguersi dalle gamme precedenti e offrire più spazio alle numerose antenne necessarie per ottenere le prestazioni annunciate.

Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Visivamente identici, il router ed i suoi satelliti sono particolarmente imponenti e misurano quasi 30 cm di altezza e poco meno di 15 cm di diametro. Realizzati sempre interamente in plastica, presentano uno chassis color champagne decorato da tre facce in plastica bianca staccate dallo chassis con un effetto di profondità che dona carattere all’insieme. Sul sito del produttore è disponibile in vendita anche una speciale edizione nera.

Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Come sempre, sulla parte anteriore di ogni custodia si trova una zona luminosa perfettamente integrata che consente di conoscere lo stato del dispositivo a colpo d’occhio. Rimane illuminato durante le fasi di configurazione o in caso di problemi con i dispositivi.

Netgear distingue sempre tra il router ed i suoi satelliti, che quindi non hanno, ed è un peccato, le stesse connessioni. Il router è sempre meglio con due porte RJ45 da 10 GbE, abbinate a quattro porte da 2,5 GbE. Dal lato satellite, bisogna accontentarsi di una singola porta 10 GbE e due porte 2,5 GbE. Questo è migliore del kit Orbi 960, ma ritroviamo la stessa limitazione tecnica sul kit composto da tre dispositivi.

NETGEAR Orbi 970

Fonte: Edouard Patout per Frandroid

NETGEAR Orbi 970

Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Con una sola porta 10 GbE disponibile sul router (l’altra è dedicata alla connessione al box), è impossibile connettere i due satelliti a quest’ultimo in 10 GbE. Sicuramente il vantaggio di un kit Mesh è quello di utilizzare il Wi-Fi per collegare i box, ma la connessione cablata permette di ottenere prestazioni ottimali. A 2400 euro a kit, è un peccato non avere i collegamenti necessari per creare un backhaul 10 GbE cablato.

NETGEAR Orbi 970
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Oltre alla connettività di rete, il kit Orbi 970 salta le pratiche porte USB per condividere semplicemente un disco rigido o una stampante. Solo il connettore di alimentazione proprietario accompagna le varie porte RJ45 e il tradizionale pulsante dedicato alla sincronizzazione dei box.

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) Impostazioni complete, tramite l’interfaccia web

L’esperienza d’uso offerta da Netgear non cambia molto su questo nuovo kit Orbi 970. La prima configurazione si effettua tramite l’applicazione mobile dedicata ed è abbastanza chiara da essere alla portata di tutti. La creazione di un account Netgear sarà necessaria come sempre per sfruttare tutte le funzionalità ed i satelliti sono pre-accoppiati al router.

Una volta configurato il kit, l’applicazione mobile permette di consultare a colpo d’occhio lo stato generale della rete nonché l’elenco dei dispositivi connessi. In termini di configurazione, questa è ancora scarsa in quanto solo le reti Wi-Fi possono effettivamente essere configurate al suo interno. L’unico vero punto di forza che abbiamo già riscontrato sulle gamme precedenti: la possibilità di creare una rete dedicata agli oggetti connessi, in modo da separarli dal resto dei dispositivi e garantire una compatibilità ottimale.

Ci dispiace sempre che Netgear nasconda la maggior parte dei parametri dei suoi kit Orbi dietro un’interfaccia web di cui bisogna conoscere l’esistenza (nell’applicazione mobile non viene fatta menzione). Questainterfaccia webè ancora più completo che mai e consente di configurare attentamente il kit in base alle esigenze dell’utente. Include tutte le impostazioni avanzate di un buon dispositivo di rete, con gestione NAT, routing e persino la possibilità di creare un server VPN. In linea di principio, il kit è perfettamente in grado di sostituire una scatola operatore, se quest’ultima lo consente.

netgear-orbi-970-rbe973s-webui-1
netgear-orbi-970-rbe973s-webui-2

Per quanto riguarda la sicurezza e il controllo parentale, è la stessa storia: queste funzioni sono nascoste dietro un abbonamento annuale fatturato a 100 euro all’anno. Sebbene questa suite Netgear Armor sia disponibile ormai da un anno, è comunque sorprendente che tutte queste funzionalità non siano accessibili. gratuito » su un kit venduto per quasi 2400 euro.

Tuttavia, a differenza della maggior parte dei concorrenti, la soluzione Netgear Armor è davvero completa e va oltre la semplice protezione delle apparecchiature Orbi. L’utente beneficia qui di una vera e propria suite antivirus che può essere installata senza limiti su tutti i dispositivi di casa (fissi e mobili). Questa possibilità di per sé giustifica il prezzo proposto da Netgear.

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) Wi-Fi 7 che impressiona ancora

Sulla carta, i box Orbi 970 rappresentano il meglio di Netgear. Il kit beneficia di quattro bande: una banda da 6 GHz, due bande da 5 GHz e la storica banda da 2,4 GHz. Il throughput cumulativo teorico è dell’ordine di 27 Gb/s e il collegamento Wi-Fi dedicato tra i box riserva una delle due bande a 5 GHz oltre a parte della banda a 6 GHz grazie alla tecnologia MLO.

Per testare le prestazioni di questo kit Wi-Fi, ci siamo dotati di un chip Intel BE200, installato su un PC portatile precedentemente equipaggiato con una scheda Intel AX211 (Wi-Fi 6E). Il nostro protocollo consiste nel misurare con il solo router le velocità in diversi punti di un appartamento di circa 80 mq, nonché la copertura complessiva di quest’ultimo in diversi punti. Abbiamo inoltre effettuato alcune misurazioni con i satelliti per misurare l’efficacia del collegamento dedicato (Backhaul). Si tratta in tutti i casi di un secondo computer, dotato di una scheda di rete 10 GbE che funge da server e che va quindi collegato alla porta 10 GbE del router.

Da notare che, per avvicinarci al “la realtà“, non abbiamo testato le bande in modo indipendente. Pertanto, le varie misurazioni sono state effettuate tutte in Wi-Fi 7, con le impostazioni predefinite del router e del laptop.

A circa 1 m dal router riusciamo a mantenere una velocità di download di 3,2 Gb/s con picchi a 3,8 Gb/s e circa 2,6 Gb/s nella direzione opposta. Cambiando stanza, in particolare con una partizione BA13 come ostacolo, il throughput rimane a oltre 2,6 Gb/s senza difficoltà. Infine, allontanandosi un po’, il router riesce a garantire quasi 2 Gb/s stabili. Questi valori sono impressionanti e non abbiamo mai misurato tali risultati su un kit Wi-Fi.Pubblico generale“.

Questi ottimi risultati sono legati soprattutto all’ottima copertura fornita dal router. Le onde si propagano senza difficoltà e senza zona bianca su tutto il nostro appartamento modello dove i satelliti quindi non interessano molto. Netgear annuncia inoltre che il kit di tre dispositivi che stiamo testando coprirebbe un’area di 900 m². Abbiamo anche potuto verificare la qualità del collegamento dedicatoBackhaultra il router ed i suoi satelliti eseguendo il nostro consueto test di throughput con un computer collegato via cavo al satellite posizionato nel nostro punto di misurazione “10-15 m”. Questo test è tuttavia tecnicamente limitato dal nostro hardware che si limita qui ad una porta 2.5 GbE satura senza difficoltà durante la misurazione.

Con tali prestazioni il consumo energetico ed il calore sprigionato dal kit non sono trascurabili. Ciò significa che il router è sempre relativamente caldo, anche quando non viene utilizzato. Il suo consumo ammonta a 20 W a riposo e sale facilmente a 25 W a pieno carico. Il consumo dei satelliti è leggermente inferiore.

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) Prezzo e disponibilità del kit Netgear Orbi 970

Il kit Netgear Orbi 970 composto da un router e due satelliti è disponibile al prezzo consigliato di 2.400 euro. Il solo router viene proposto a 900 euro solo e 1700 euro con un solo satellite.

Netgear Orbi 970 (WiFi 7) al miglior prezzo

-

PREV Giochi per bambini piccoli per 2 bambini per Android
NEXT Un successo pazzesco. L’orologio connesso Samsung a meno di 200 euro per la fine dei saldi