il riassunto del primo successo dei romeni agli Europei in 24 anni

-

Ventiquattro anni dopo, la Romania vinse una partita in una grande competizione internazionale. Quarti di finale di Euro 2000, la selezione ha poi saltato le edizioni successive (2004, 2012, 2020) o ha fallito al primo turno senza vincere (2008, 2016) – mancando anche sei Coppe del Mondo. La serie si è conclusa lunedì 17 giugno, a Monaco, con un successo per 3-0 contro l’Ucraina.

In posizione di outsider sulla carta, i rumeni sono stati privati ​​della palla durante la prima mezz’ora di gioco, ma il gol – magnifico – del centrocampista e capitano Nicolae Stanciu ha ribaltato le sorti. Nella ripresa, le realizzazioni di Razvan Marin e Denis Dragus hanno ampliato il divario.

Nonostante alcune parate del portiere rumeno Florin Nita alla fine della partita, l’Ucraina alla fine ha creato poche occasioni chiare. Questa partita ha avuto un forte valore simbolico per una selezione che rappresenta un paese in guerra dall’invasione russa del 24 febbraio 2022. Inoltre, i giocatori dello Zbirna indossavano ciascuno una bandiera gialla e bianca sulla schiena quando sono entrati in campo.

Il portiere del Real Madrid Andriy Lunin non è stato esente da tutte le critiche per i primi due gol. I suoi compagni di squadra che militano nel campionato inglese, Oleksandr Zinchenko (Arsenal) e Mykhailo Mudryk (Chelsea), sono entrati in azione, senza però riuscire a fare la differenza.

Sabato 22 giugno, alle 21, la Romania incontrerà il Belgio a Colonia e, il giorno prima, l’Ucraina incontrerà la Slovacchia a Düsseldorf, alle 15, nella seconda giornata del Gruppo E.

Cosa devi ricordare

  • Il cadore. Nicola Stanciu

Tra Romania, Belgio, Repubblica Ceca, Cina e Arabia Saudita, la carriera del 31enne centrocampista rumeno non è delle più appariscenti. Eppure il capitano rumeno ha il piede di velluto, come abbiamo potuto vedere dal suo gol, ma anche dai suoi calci piazzati, sempre ben centrati. Ha sfiorato addirittura il raddoppio con un corner diretto fallito sulla traversa.

1-0, 29e : Il capitano rumeno Nicolae Stanciu apre le marcature con un tiro incontrollato all’incrocio dei pali! Inizialmente, il passaggio del portiere ucraino Andriy Lunin è stato intercettato da Dennis Man, che è riuscito a battere il suo compagno di squadra davanti all’area.

2-0, 53e : Colpito ancora da fuori area, il cross di Razvan Marin passa sotto i guanti di Andriy Lunin.

3-0, 57e : Su un calcio d’angolo giocato velocemente, Dennis Man si insinua in area e piazza un tiro-cross che Denis Dragus estende in fondo alla rete.

Alla Romania non sono stati assegnati favoriti prima dell’incontro. Tuttavia, grazie a questi tre gol, ha firmato la più grande vittoria della sua storia agli Europei contro l’Ucraina.

  • La svolta della partita: la mano non ferma di Andriy Lunin

Quando giochi nel Real Madrid attiri inevitabilmente attenzione e aspettative. Soprattutto in una squadra come l’Ucraina dove le stelle non si evolvono in costellazioni. Sfortunatamente per la sua squadra, Andriy Lunin non ha avuto il controllo sul tiro di Razvan Marin (53′)e), per il secondo gol rumeno.

Questa Ucraina-Romania sembrava la partita ideale per un pisolino, ma il livello di gioco è stato sufficiente a tenerci svegli – e felici di esserlo – durante l’intero incontro. Per non parlare del superbo primo gol!

I giocatori ucraini indossavano tutti una bandiera nazionale mentre cantavano il loro inno nazionale prima della partita contro la Romania di lunedì 17 giugno a Monaco, in Germania. ANTONIO CALANNI/AP

Dipartimento Sport

Riutilizza questo contenuto

-

NEXT Griezmann, denunciato uno scandalo in Spagna!