UNESCO: Revisione ad Agadir del Programma sull’Uomo e la Biosfera

UNESCO: Revisione ad Agadir del Programma sull’Uomo e la Biosfera
UNESCO: Revisione ad Agadir del Programma sull’Uomo e la Biosfera
-

Giovedì 4 luglio 2024 alle 10:02

Agadir – I rappresentanti degli Stati membri dell’UNESCO, riuniti ad Agadir in occasione della 36a Sessione del Consiglio di coordinamento internazionale del Programma Uomo e Biosfera (CIC-MAB), hanno esaminato mercoledì le varie azioni intraprese nell’ambito di questo Programma.

Nel secondo giorno di questa sessione, presieduta dal Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per lo Sviluppo delle Zone di Oasi e dell’Albero di Argan (ANDZOA), Latifa Yaacoubi, il segretario del programma MAB, Antonio Abreu, ha presentato una panoramica delle attività e azioni attuate dalla 35a sessione del Consiglio tenutasi a Parigi (12-15 giugno 2023), nonché un rapporto di sintesi sulle attività sviluppate come contributo dell’UNESCO al Quadro globale sulla biodiversità da Kunming a Montreal.

Durante questo incontro, a cui hanno partecipato delegati di organizzazioni internazionali e multilaterali, l’ICC-MAB ha discusso il rapporto del gruppo di lavoro aperto (OWG) sull’impegno dei giovani nel MAB, nonché i progressi nello sviluppo del database MAB e il Portale intersettoriale sulla biodiversità dell’UNESCO, che include il contributo del progetto UNESCO Earth Network.

Allo stesso modo, Abreu ha riferito sul processo di digitalizzazione dei registri statutari e di sviluppo di indicatori per misurare e riferire sul contributo della Rete mondiale delle riserve della biosfera (WNBR) ai programmi globali sulla biodiversità.

Inoltre, il Consiglio è stato informato dalla delegazione cinese dello stato di preparazione del 5° Congresso mondiale delle Riserve della Biosfera che si terrà nel settembre 2025 a Hangzhou (Cina). All’ordine del giorno dei dibattiti c’erano anche la nuova strategia MAB 2025-2035 e il piano d’azione.

Allo stesso tempo, gli Stati membri e le reti regionali e tematiche hanno presentato brevi relazioni sulle loro attività a partire dalla 35a sessione del Consiglio MAB, concentrandosi in particolare sull’attuazione del Piano d’azione di Lima.

Questa sessione ha dato luogo a scambi ricchi e costruttivi tra i delegati degli Stati membri dell’UNESCO che, nelle loro domande e osservazioni, hanno sottolineato l’importanza del Programma Uomo e Biosfera per promuovere lo sviluppo sostenibile e le questioni correlate, in particolare il coinvolgimento dei giovani nel MAB, e lo sviluppo delle conoscenze scientifiche in questo settore.

I lavori di questa 36a sessione del MAB-ICC proseguiranno fino al 5 luglio con l’esame di altri punti all’ordine del giorno, in particolare il cambio di nome del Programma MAB, la borsa di studio MAB per giovani scienziati e proposte per nuove riserve della biosfera.

Il Programma L’Uomo e la Biosfera è uno strumento che mira a stabilire una base scientifica per migliorare le relazioni tra gli individui e il loro ambiente. Combina scienze naturali, sociali e naturali per migliorare i mezzi di sussistenza delle persone e salvaguardare gli ecosistemi naturali e gestiti, promuovendo così approcci innovativi allo sviluppo economico che siano socialmente e culturalmente rilevanti e sostenibili dal punto di vista ambientale.

-

PREV Luana e Paolo Belmondo divorziati: lei fa rivelazioni pazzesche, «in stato di angoscia»
NEXT Un nuovo sondaggio dà indicazioni per le elezioni legislative del 2024 in Francia