Il PSG si scontra con il “muro giallo” del Borussia Dortmund nell’andata della semifinale di Champions League

-
>>

Kylian Mbappé durante l’andata della semifinale di Champions League tra PSG e Borussia Dortmund, al Signal Iduna Park, a Dortmund (Germania), 1 maggio 2024. FRANCO FIFE/AFP

Giocare al Signal Iduna Park, sede del Borussia Dortmund (BVB), è sempre un momento speciale per le squadre ospiti. Nelle sere delle partite, con maglie e sciarpe sventolate in aria, lo stadio più grande della Germania – circa 81.000 posti – è adornato di un giallo scintillante punteggiato di tocchi neri. Soprattutto c’è Tribuna meridionale, la tribuna sud, dove si riuniscono i suoi più ferventi sostenitori. Questo “muro” alto 40 metri, largo 100, con un’inclinazione di 37 gradi, con un rumore incessante, che si anima, rimbomba, canta senza sosta. Un’istituzione nel mondo del calcio.

Leggi anche | Dortmund-PSG: rivivi la sconfitta di misura dei parigini nell’andata delle semifinali di Champions League

Aggiungi alle tue selezioni

Il 13 dicembre 2023, durante la fase a gironi, il Paris Saint-Germain (PSG) ha saputo resistere a questo formidabile dodicesimo uomo (1-1). Ma la posta in gioco della serata è stata minore: ancor prima del calcio d’inizio, il BVB aveva convalidato il biglietto per gli ottavi di finale di Champions League. Questo mercoledì 1ehm A maggio, il Borussia Dortmund e il club della capitale hanno giocato l’andata della semifinale. Così, per l’occasione, l’intero stadio ha accolto il minimo gesto dei locali come un gesto decisivo. “L’atmosfera era eccezionale questa sera”ha salutato anche l’allenatore del PSG Luis Enrique dopo l’incontro.

Quando l’arbitro Anthony Taylor fischia la fine della partita, il tabellone segna 1-0 a favore del BVB. Il silenzio invade le file degli oltre 3.000 tifosi del PSG accorsi nella Ruhr, nonostante siano stati molto vivaci per tutta la serata. Kylian Mbappé e compagni sono in deroga sfavorevole prima della partita di ritorno, al Parco dei Principi, martedì 7 maggio. Il Signal Iduna esulta, i giocatori del Borussia vengono a fare comunione con il loro “muro giallo”.

Due post al 51′

Il club resta imbattuto in casa da undici partite nella prestigiosa competizione europea, con un record che farebbe impallidire qualsiasi avversario: 7 vittorie, 4 pareggi e 20 gol segnati su soli quattro subiti.

Soprattutto, il Dortmund esce vittorioso da un duello in cui non era favorito. “Sappiamo che Parigi ora è nella sua forma migliore”, aveva abbandonato il suo allenatore, Edin Terzic, prima di questo incontro. Ma, insisteva, “La cosa principale è che abbiamo una possibilità (…) e se ce n’è uno, dobbiamo coglierlo. Forse siamo la squadra che ha meno esperienza a questo livello, ma siamo la squadra più affamata. Questo è ciò che dobbiamo usare a nostro vantaggio. »

Ovviamente i parigini se ne vanno delusi. Tuttavia, sono riusciti a riequilibrare rapidamente le discussioni dopo un buon inizio di partita da parte dei tedeschi. Poi c’è stato questo gol di Niclas Füllkrug, lanciato in profondità da Nico Schlotterbeck (36e). Di ritorno dagli spogliatoi, il PSG alza i toni e al 51esimo potrebbe addirittura pareggiaree minuto, quando Mbappé ha giocato con Marcel Sabitzer sulla sinistra e ha girato il suo tiro che alla fine ha colpito il palo. Nel frattempo Bradley Barcola sposta in area Achraf Hakimi, il marocchino tira a terra… Rebelote: palo!

Ti resta il 44,75% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

-

PREV Nel campus dell’UCLA a Los Angeles, la calma dopo la tempesta
NEXT I Cowboys Fringants sono stati nominati Patrioti dell’anno 2023