Emmanuel Tjibaou eletto in Nuova Caledonia e primo separatista nell’Assemblea in 38 anni

Emmanuel Tjibaou eletto in Nuova Caledonia e primo separatista nell’Assemblea in 38 anni
Emmanuel Tjibaou eletto in Nuova Caledonia e primo separatista nell’Assemblea in 38 anni
-
DELPHINE MAYEUR/AFP Emmanuel Tjibaou, deputato del FLNKS, dovrebbe sedere nel Nuovo Fronte Popolare.

DELPHINE MAYEUR/AFP

Emmanuel Tjibaou, deputato del FLNKS, dovrebbe sedere nel Nuovo Fronte Popolare.

POLITICA – Storia. La Nuova Caledonia invierà il suo primo rappresentante eletto indipendentista all’Assemblea nazionale dal 1986. Gli abitanti dell’arcipelago lo hanno deciso domenica 7 luglio, durante il secondo turno delle elezioni legislative, e hanno deciso di farsi rappresentare da Emmanuel Tjibaou, 48 anni. Batte nettamente il lealista Alcide Ponga, a destra, con il 57,44% dei voti.

L’impresa è tanto più impressionante in quanto dal 1986, dopo il ridisegno della mappa elettorale da parte del ministro degli Interni Charles Pasqua, il collegio elettorale è stato ritenuto impossibile per i separatisti. L’altissima partecipazione (più del 73%) ha giocato a favore. L’elezione di Emmanuel Tjibaou avviene in un contesto politico teso, ma piuttosto favorevole ai separatisti. Meno di un anno fa, Robert Xowie, membro dello stesso movimento politico, è stato proposto al Senato.

Emmnanuel Tjibaou ha parlato poco dopo la sua vittoria. Molto commosso, con la voce quasi tremante, si disse “impressionato dalla mobilitazione” ma anche “dalla situazione in cui versa oggi il nostro Paese”. Secondo lui, la sua elezione dovrebbe essere interpretata come “Un grido di aiuto, un grido di speranza. » “Dobbiamo ricreare le condizioni per il dialogo”stimò infine.

Figlio di Jean-Marie Tjibaou, figura dell’indipendenza Kanak

Il deputato uscente Nicolas Metzdorf, lealista, aveva scelto di candidarsi in un altro distretto della Nuova Caledonia. Sentiva il vento girare? In effetti, il tuono a cui nessuno credeva fino a pochi giorni fa non arriva dal nulla.

A metà maggio la Nuova Caledonia è stata scossa da forti proteste, nel contesto della riforma della legge elettorale. Otto persone sono morte nelle violenze e il coprifuoco è stato più volte prolungato durante la notte. Durante questo fine settimana elettorale, le autorità avevano vietato tutti gli assembramenti e posto in essere “un dispositivo di sicurezza” specifico per evitare traboccamenti.

Emmanuel Tjibaou, candidato sostenuto dal FLNKS (Fronte Kanak e Socialista di Liberazione Nazionale), ha quindi vinto in questo territorio del Sud Pacifico. Se il suo nome probabilmente non significa nulla nella Francia continentale, a livello locale è molto simbolico. Emmanuel è il figlio di Jean-Marie Tjibaou, una figura di spicco dell’indipendenza Kanak, assassinato nel 1989. Suo fratello Joël è stato incriminato e messo in custodia cautelare a giugno per la sua presunta partecipazione alle rivolte.

La sua elezione è stata applaudita da alcune figure di sinistra. L’eurodeputato de La France insoumise Younous Omarjee ha inviato il suo “calde e sincere congratulazioni a Emmanuel Tjibaou per la sua brillante elezione, di così grande significato politico e simbolico”. Il deputato della LFI-NFP per la Seine-Saint-Denis Bastien Lachaud parla di a “Elezioni storiche che dimostrano l’aspirazione del popolo alla dignità e all’emancipazione” e dichiara di avere “Non vedo l’ora di lavorare con lui all’Assemblea nazionale”.

L’ultima volta che un eletto indipendentista si è seduto al Palais Bourbon è stato con Rock Pidjot, dal 1964 al 1986. Trentotto anni dopo, i Kanak avranno ancora una volta voce in capitolo per rappresentarli a Parigi.

Vedi anche su L’HuffPost:

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Festa nazionale: in queste località della Gironda, i fuochi d’artificio scoppiano il 13 luglio
NEXT Cosa fare quando piove intorno a Vannes e Auray? Cinque idee per gite riparate