Il pubblico ministero di Friburgo accusa la Migros di dolo contro Damien Piller – rts.ch

Il pubblico ministero di Friburgo accusa la Migros di dolo contro Damien Piller – rts.ch
Il pubblico ministero di Friburgo accusa la Migros di dolo contro Damien Piller – rts.ch
-

Il procuratore generale di Friburgo Fabien Gasser archivia la denuncia per frode presentata dalla Migros Neuchâtel Friburgo contro il suo ex presidente Damien Piller. Il magistrato non usa mezzi termini nella sua decisione.

L’ordinanza di classificazione del procuratore generale friburghese Fabien Gasser dà ragione a Damien Piller nella situazione di stallo tra lui e la Migros Neuchâtel Friburgo.

Nella sua decisione il rappresentante della Procura è infatti molto duro nei confronti della cooperativa. “Abbiamo il diritto di chiederci se lo scopo delle denunce criminali della Migros Neuchâtel Fribourg contro Damien Piller non sia semplicemente un atto di cattiveria”, scrive parola per parola.

50.000 franchi di risarcimento

Il pubblico ministero condanna pertanto la Migros Neuchâtel Fribourg a pagare a Damien Piller quasi 50’000 franchi per coprire le spese legali e il mancato guadagno.

Questa decisione, impugnabile dinanzi al Tribunale cantonale, si inserisce nel contesto di una situazione di stallo che esiste da circa cinque anni tra la cooperativa e colui che ne è stato presidente per circa vent’anni.

In sintesi la Migros critica Damien Piller per aver favorito i suoi interessi di promotore immobiliare a scapito di quelli dell’azienda.

“Non ha agito con astuzia.”

Nella denuncia penale presentata da Fabien Gasser la Migros ha individuato quattro transazioni immobiliari. Ha criticato in particolare Damien Piller per aver aperto una filiale a Neyruz, nel cantone di Friburgo, per valorizzare un complesso immobiliare sostenuto dalla sua società Anura SA.

Il pubblico ministero di Friburgo respinge questa accusa. “La decisione di aprire un negozio a Neyruz è una decisione strategica proposta dalla direzione all’amministrazione (ndr: presieduta da Damien Piller), che l’ha accettata all’unanimità, precisando che Damien Piller si era ricusato (…) La procedura non ha non dimostrare che Damien Piller avrebbe agito con astuzia.

Nessuna influenza

In generale Fabien Gasser rileva che “la denuncia penale della Migros Neuchâtel Fribourg si basa soprattutto sull’ipotesi che Damien Piller esercitasse un controllo sull’amministrazione e sulla gestione della Migros Neuchâtel Fribourg. Tuttavia il fascicolo dimostra certamente che Damien Piller era attivo e ha portato molte proposte che sono state spesso accettate, ma che in nessun caso permettono di mantenere tale influenza.”

Agli occhi del rappresentante della Procura della Repubblica, il promotore immobiliare “ha fornito tutte le prove della sua innocenza sul piano penale. Ha potuto dimostrare, con documenti giustificativi, la falsità delle tesi della Migros Neuchâtel Fribourg contro di lui . Eppure è oggetto di una campagna stampa denigratoria che avrebbe potuto essere orchestrata solo dalla Migros Neuchâtel Friburgo.”

Damien Piller ottiene quindi una vittoria molto importante contro la cooperativa. Già nel marzo di quest’anno aveva festeggiato un successo quando il Tribunale federale aveva respinto una prima denuncia penale presentata contro di lui dalla Migros.

Fabiano Citroni, Servizio Investigativo RTS

#Swiss

-

PREV qual è il bilancio per i ristoratori a metà stagione?
NEXT “Facciamo molta prevenzione”, al Col de la Schlucht i gendarmi controllano le moto contro l’inquinamento acustico