Tonnellate di zavorra immagazzinate all’aperto nel nord del Gard: aperta un’inchiesta per danni ambientali

Tonnellate di zavorra immagazzinate all’aperto nel nord del Gard: aperta un’inchiesta per danni ambientali
Tonnellate di zavorra immagazzinate all’aperto nel nord del Gard: aperta un’inchiesta per danni ambientali
-

La procura di Alès ha aperto un’indagine in seguito alla scoperta di un notevole deposito di zavorra su un terreno privato a Saint-Christol-lez-Alès.

“Stiamo parlando di diverse dozzine, addirittura centinaia di tonnellate di zavorra immagazzinate all’aria aperta”. Il 13 giugno il pubblico ministero di Alès, Abdelkrim Grini, ha ricevuto una denuncia presentata dal comune di Saint-Christol-lès-Alès in seguito alla scoperta di un grande deposito di zavorra a cielo aperto sul terreno.

Un pericolo per l’ambiente

Immagazzinate su un terreno vicino, queste tonnellate di zavorra, pietre trovate sui binari della ferrovia, furono utilizzate per rivestire una strada privata. Loro “sono ancora sporchi, pieni di fuliggine”continua il pubblico ministero, confermando così le informazioni trasmesse dalla radio RMC. “In caso di pioggia possono esserci gravi conseguenze per l’ambiente”l’acqua può causare l’infiltrazione di materiali inquinanti nel suolo e nelle falde acquifere.

La Procura ha aperto un’indagine “danni all’ambiente dovuti all’inquinamento del suolo” e ha affidato le indagini alla polizia nazionale. “Presto tutti saranno ascoltati” per comprendere il contesto. Il deposito di zavorra potrebbe essere collegato ai lavori di rifacimento della linea ferroviaria di Alès dello scorso aprile. “La SNCF segnala di aver venduto la zavorra al proprietario del terreno”, precisa l’accusa. Quest’ultimo avrebbe rifiutato anche ogni dialogo e conciliazione con i servizi comunali, nonostante diverse richieste.

Un’operazione che potrebbe comportare una condanna per l’acquirente, che rischia fino a due anni di reclusione e una multa di 75.000 euro. È anche oggetto di un probabile reato per mancata dichiarazione di lavoro in una zona classificata, essendo il terreno situato in una zona agricola e alluvionale.

-

PREV senza una soluzione di riserva, il triathlon tiene le dita incrociate
NEXT Pirenei – Chiusura per lavori della rampa di uscita dello svincolo di Capvern sulla A64 in direzione Bayonne-Tolosa