“Idee per le mascherine?”, quando Kylian Mbappé scatena la tela dopo l’infortunio al naso

“Idee per le mascherine?”, quando Kylian Mbappé scatena la tela dopo l’infortunio al naso
“Idee per le mascherine?”, quando Kylian Mbappé scatena la tela dopo l’infortunio al naso
-

Di PM

Pubblicato
28 minuti fa,

Aggiornamento 4 minuti fa

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

LA SCANSIONE DELLO SPORT – Infortunato al naso dopo Francia-Austria, l’attaccante dovrebbe saltare il resto del primo turno degli Europei e giocare nuovamente con la mascherina in caso di qualificazione.

Kylian Mbappé salterà il resto del primo turno degli Europei. Il capitano della squadra francese, infortunato al naso contro l’Austria questo lunedì sera (0-1), non è però mancato di autoironia su X, nella notte tra lunedì e martedì. “Idee per le maschere”ha scritto, risvegliando la creatività dei suoi abbonati.

Se alcuni lo immaginano con la maschera di Emmanuel Macron o addirittura del lottatore “Rey Mysterio”, gli internauti alludono ovviamente a “Donatello”, un personaggio immaginario delle Tartarughe Ninja, che è rimasto attaccato alla pelle del francese fin dai suoi esordi nel mondo del professionismo. Dopo i litigi dell’allora amico Benjamin Mendy, a Monaco, fu proprio al PSG che alcuni compagni di squadra gli offrirono una maschera con l’immagine del personaggio.

Lebron James, Victor Osimhen… Atleti mascherati e di successo

Non è l’unico ad aver vissuto tutto questo. Nel 2014, dopo essersi fatto rompere il naso da Serge Ibaka durante una partita contro l’Oklahoma, Lebron James tornò due partite dopo con una maschera nera. Con le sembianze di Batman, il giocatore dei Miami Heat impressiona e segna 31 punti contro i New York Knicks. Una serata indimenticabile per i fan del franchise di Miami. Quest’ultimo ha deciso addirittura di realizzare delle magliette riportanti l’immagine della stella e della sua maschera. Ha dovuto cambiarlo, sostituendolo con uno trasparente per le partite successive.

Mascherine più adatte di quelle citate dagli internauti, sotto il post X di Mbappé. Il francese, molto coinvolto nel gol francese contro l’Austria, non dovrebbe indugiare con il suo prossimo accessorio. A differenza di Victor Osimhen che ne indossa uno ormai da più di due anni. Dopo un violento scontro con Milan Skriniar nel 2021, allora difensore dell’Inter, l’ex LOSC si è fatto installare 18 viti in titanio nella mascella dopo fratture multiple rilevate all’occhio e al viso. L’attaccante del Napoli non si preoccupa della sua maschera e continua a progredire fino a diventare oggi uno dei migliori attaccanti al mondo. Quindi indossare una maschera non è necessariamente un segno di scarse prestazioni. Devi solo sceglierlo con attenzione.

Victor Osimhen.
www.imagephotoagency.it / Immagine Sport / Panoramica

Anche altri giocatori hanno dovuto fare i conti con questa protezione facciale. Soprattutto dalla parte del Tottenham. Così, durante una partita contro il Crystal Palace nel 2016, Harry Kane si ruppe il naso e dovette poi indossare una maschera trasparente che lo faceva apparire come un… apneista agli occhi degli internauti. Nel 2023, fu il suo compagno di squadra Heung-Min Son che, in seguito ad uno scontro in Champions League con Chancel Mbemba del Marsiglia, indossò una maschera per proteggere lo zigomo, e non il naso. Un’esperienza che poco è piaciuta al sudcoreano: “La mia vista è ancora ok, ma quando la palla mi arriva a volte è fastidioso perché non riesco a vedere la palla a causa della maschera. Non mi dà davvero fastidio, ma non è la cosa migliore.”, ha confidato. Al punto da averlo lanciato durante una partita di Premier League.

Heung Min Son
DR

Ma la lista è ancora lunga, e prestigiosa, soprattutto in attacco visto che anche Robert Lewandowski (nel 2015) e Memphis Depay indossavano la maschera. Anche l’ex centrocampista della Roma Daniele De Rossi, il belga Thomas Meunier e il difensore del Manchester City Josko Gvardiol hanno vissuto ciò che attende Kylian Mbappé alla fine di questo Europeo.

-

PREV Ryanair lascia la Spagna per il Marocco
NEXT Costretto a distruggere le sue arnie, l’apicoltore di Longchamps ritiene la misura “eccessiva”