Licenziamento per i gendarmi confermato in appello

Licenziamento per i gendarmi confermato in appello
Licenziamento per i gendarmi confermato in appello
-

La Corte d’appello di Parigi ha appena confermato l’archiviazione del caso. La famiglia di Adama Traoré annuncia che presenterà ricorso in Cassazione.

La Corte d’appello di Parigi ha confermato oggi l’archiviazione del caso contestato dalla famiglia di Adama Traoré, morto nel luglio 2016 dopo il suo arresto, pronunciato nell’agosto 2023 in favore dei gendarmi che lo avevano arrestato, abbiamo appreso dall’AFP alle parti avvocati.

Questa decisione “disonora l’istituzione giudiziaria”, ha subito commentato in un comunicato Me Yassine Bouzrou, che difende la famiglia della vittima in questo caso divenuto emblematico delle accuse di violenza e razzismo rivolte alla polizia.

La famiglia di Adama Traoré, morto nel luglio 2016 dopo il suo arresto da parte dei gendarmi, presenterà ricorso alla Corte di cassazione contro la conferma giovedì in appello dell’archiviazione del caso di cui hanno beneficiato i soldati, ha annunciato il suo avvocato, Yassine Bouzrou.

“Questo caso è lungi dall’essere chiuso perché questa miserabile decisione sarà oggetto di un ricorso in cassazione e la Francia sarà condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo”, ha indicato Me Bouzrou in questo caso emblematico di accuse di razzismo e violenza nei confronti dei Polizia Stradale.


#French

-

PREV Incontro Jordan Bardella: Louis Aliot appare come sindaco modello di Perpignan, Marine Le Pen galvanizza sull’immigrazione
NEXT Il cambiamento climatico favorisce la coltivazione dello zafferano in Canada