Trasporti pubblici: Guilbault vuole risolvere la questione del deficit entro l’estate

Trasporti pubblici: Guilbault vuole risolvere la questione del deficit entro l’estate
Trasporti pubblici: Guilbault vuole risolvere la questione del deficit entro l’estate
-

Dopo un incontro “cortese”, la ministra Geneviève Guilbault e i sindaci delle grandi città hanno concordato di risolvere la questione dei deficit delle imprese di trasporto pubblico prima dell’estate.

• Leggi anche: Mobilité Infra Québec: Guilbault vuole “prendere in mano il destino dei trasporti pubblici”

• Leggi anche: Il piano B per la tramvia sarebbe potuto costare meno di 8,4 miliardi di dollari, rivela Marchand

“I funzionari eletti hanno concordato sulla necessità di risolvere la questione dei deficit del 2025 entro l’estate”, ha affermato il gabinetto del ministro dei Trasporti e della Mobilità sostenibile, Geneviève Guilbault, al termine di un incontro svoltosi lunedì a Parigi. un tono “cortese”.

Il ministro aveva convocato in videoconferenza i sindaci e i vertici delle aziende di trasporto. Erano presenti i sindaci di Quebec, Montreal, Lévis, Laval, Longueuil, Sherbrooke, Trois-Rivières, Saguenay e Gatineau.

“Bisogni di pianto”

L’Unione dei Comuni del Quebec (UMQ) ha riconosciuto l’importanza del dialogo con il ministro, ma il suo presidente Martin Damphousse ha ricordato che “il bisogno di trasporti pubblici è disastroso in tutto il Quebec. Che dire della visione del governo del Quebec per i comuni di tutto il Quebec in termini di trasporto pubblico?

Secondo La stampa, il ministro concederebbe 200 milioni di dollari per coprire i deficit economici delle società di trasporto nella grande Montreal. L’azienda non ha smentito né confermato, ma secondo le nostre informazioni lunedì non è stata coinvolta alcuna somma. Ogni azienda di trasporti dovrà ora presentare i propri dati sul deficit. Il prossimo incontro avrà luogo con Montreal il 24 maggio. Toccherà anche ad altre città, tra cui Quebec e Lévis, in una data non precisata.

Deficit significativi a Montreal

I sindaci stanno esercitando pressioni sul governo affinché ottenga maggiori finanziamenti, in particolare nella regione di Montreal, dove il deficit operativo ammonta a oltre 550 milioni di dollari, dopo la pandemia.

La settimana scorsa, i sindaci della metropoli hanno minacciato di aumentare le tasse comunali o le tasse di registro.

Da parte del Quebec e di Lévis, né Bruno Marchand né Gilles Lehouillier hanno reagito a questo incontro. “Lasceremo che sia il ministro a presentarci ciò che vuole presentarci, la sua visione. Commenteremo e forniremo i nostri pensieri e domani potrò dirvi di più”, ha affermato Marchand.

Il sindaco è tornato ai duri discorsi della settimana precedente, quando aveva accusato il ministro di mancanza di visione e il primo ministro gli aveva detto che i sindaci tendono a “implorare”. Lui e il ministro non evitano di incontrarsi di persona, ha detto. “Eravamo nella stessa stanza la settimana scorsa e non hai visto un fungo atomico?”

Venerdì incontro nazionale

Il finanziamento sarà al centro delle discussioni dei sindaci che si incontreranno venerdì a Drummondville, nel corso di un incontro nazionale sul futuro dei trasporti pubblici, evento organizzato dall’UMQ.

–Con la collaborazione di Marc-André Gagnon, dell’Ufficio parlamentare, e Taïeb Moalla

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63SCOOP.

-

PREV Il singolo Détours di Brestois Pierre Decroo su Meuse FM e Radio Castor
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News