Il vecchio regime sta facendo crollare il Senegal…

Il vecchio regime sta facendo crollare il Senegal…
Il vecchio regime sta facendo crollare il Senegal…
-

Nel 2024, nella classifica di Reporter Senza Frontiere, il Senegal si colloca al 104° posto su 180 Paesi. Reporter Senza Frontiere ha osservato negli ultimi anni un aumento delle minacce verbali, fisiche e legali contro i giornalisti, che ha portato a un declino dei diritti di informazione in Senegal.

CORED deplora questo declino, illustrato dall’arresto di giornalisti, dalla sospensione o dal ritiro delle licenze degli organi di stampa, che pongono il paese in una situazione scomoda.

Il Consiglio per l’Osservazione delle regole di etica e di condotta professionale chiede maggiori risorse al nuovo regime per svolgere meglio il suo ruolo di polizia nel campo del giornalismo.

“Il Senegal è sceso notevolmente negli ultimi anni nella classifica della libertà di stampa, pubblicata ogni tre (3) mesi. Il Paese è passato dal 49° al 104° posto. Con tutti gli avvenimenti vissuti nel 2023, il Paese rischia di cadere ancora di più… Ciò dimostra che la stampa è stata maltrattata, in particolare durante le controversie tra Sonko e Macky Sall. Abbiamo assistito all’arresto e all’incarcerazione di giornalisti… Ciò ha offuscato l’immagine del Paese, che tuttavia si dichiara democratico. »

Mamadou Thior ha invitato il nuovo regime a rafforzare i poteri del CORED, che ha grandi ambizioni ma fatica a realizzarle. Per esempio, ha indicato che nei prossimi giorni il CORED indagherà sui veri proprietari dei media, perché dietro le quinte si svolgono molte pressioni che esercitano pressioni sui professionisti dei media e manipolano l’informazione.

#Senegal

-

PREV Circa 200-300 persone si sono radunate per la manifestazione del 1° maggio a Calais
NEXT [Mercato] Lens, e se questa fosse l’ultima partita di Arnaud Nordin?