L’IDF annuncia una “pausa tattica” quotidiana nel sud di Gaza

L’IDF annuncia una “pausa tattica” quotidiana nel sud di Gaza
L’IDF annuncia una “pausa tattica” quotidiana nel sud di Gaza
-

L’esercito israeliano spiega di voler aumentare “il volume degli aiuti umanitari che entrano” nei territori palestinesi. Questa decisione arriva in seguito al rifiuto di Hamas di firmare un cessate il fuoco.

L’esercito israeliano ha annunciato domenica che osserverà la situazione “una pausa tattica” ogni giorno nel sud della Striscia di Gaza per “aumentare il volume degli aiuti umanitari in arrivo” nel territorio che ospita il movimento terroristico Hamas. “Una pausa tattica locale nell’attività militare per motivi umanitari sarà osservata dalle 08:00 alle 19:00 (dalle 05:00 alle 16:00 GMT) tutti i giorni e fino a nuovo avviso”dal punto di ingresso israeliano di Kerem Shalom alla strada Salah al-Dine poi verso nord, ha detto l’esercito in una nota.

La decisione è stata presa come parte degli sforzi per “aumentare il volume degli aiuti umanitari che entrano nella Striscia di Gaza” in seguito alle discussioni con le Nazioni Unite e altre organizzazioni, ha affermato. Ciò avviene in un momento in cui sul fronte diplomatico le speranze di un cessate il fuoco sembrano affievolirsi a causa delle richieste di Hamas che lasciano poche possibilità di vedere realizzato il piano israeliano annunciato a fine maggio dal presidente americano Joe Biden.

L’esercito israeliano ha annunciato sabato la morte di otto soldati nella Striscia di Gaza, dove la guerra tra Israele e il movimento islamico palestinese Hamas continua a infuriare da più di otto mesi. Secondo l’ONU, la carestia minaccia la Striscia di Gaza dove il 75% dei circa 2,4 milioni di abitanti sono stati sfollati a causa della guerra. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), più di 8.000 bambini sotto i cinque anni sono stati curati per malnutrizione acuta a Gaza.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

NEXT “Se il progetto Hamas avrà successo, la regione tornerà al Medioevo”