Pechino afferma di aver “lanciato un avvertimento” a una nave militare americana

Pechino afferma di aver “lanciato un avvertimento” a una nave militare americana
Pechino afferma di aver “lanciato un avvertimento” a una nave militare americana
-

La Cina ha dichiarato venerdì di aver rintracciato una nave della marina americana e di aver “emesso un avvertimento” contro di essa vicino alle Isole Paracel nelle acque contese del Mar Cinese Meridionale.

Pechino “ha ordinato alle forze navali e aeree di tracciare e monitorare la nave in conformità con le leggi e i regolamenti e ha emesso un avvertimento di allontanarla” dalla scena, ha detto Tian Junli, portavoce dell’esercito della Cina meridionale, in un comunicato stampa.

Il cacciatorpediniere lanciamissili americano USS Halsey “è entrato illegalmente nelle acque territoriali cinesi vicino alle isole Xisha senza l’autorizzazione del governo cinese”, ha scritto Tian, ​​usando il nome cinese delle Isole Paracel.

Queste isole sono rivendicate anche dal Vietnam e la sovranità cinese non è riconosciuta a livello internazionale.

“Le azioni degli Stati Uniti violano gravemente la sovranità e la sicurezza della Cina”, ha affermato il portavoce.

Tian ha accusato Washington di causare “rischi per la sicurezza nel Mar Cinese Meridionale” e di essere il “più grande attaccante” della pace e della stabilità nella regione.

La Marina degli Stati Uniti ha dichiarato in un comunicato che la sua nave ha “applicato i diritti e le libertà di navigazione nel Mar Cinese Meridionale vicino alle Isole Paracel”.

“Al termine dell’operazione, la USS Halsey (…) ha continuato le sue operazioni nel Mar Cinese Meridionale”, prosegue la marina, secondo cui “le rivendicazioni illegali e diffuse nel Mar Cinese Meridionale rappresentano una seria minaccia per la libertà”.

-

PREV Tecnologia e intelligenza artificiale riportano in vita i morti: “Sempre più richieste per un QR Code sulle tombe”
NEXT Leader di Hamas e Hezbollah tra una folla enorme al suo funerale