Traffico di droga. La Nigeria inasprisce i toni

Traffico di droga. La Nigeria inasprisce i toni
Traffico di droga. La Nigeria inasprisce i toni
-

Negli ultimi anni, il Paese più popoloso dell’Africa è passato dall’essere un punto di transito di droghe illegali a diventare un vero e proprio produttore, consumatore e distributore.

Per porre rimedio a questa piaga, il Senato ha deciso di inasprire le pene nei casi di traffico di droga, rendendo la pena di morte la nuova pena massima attraverso una modifica alla legge.

L’emendamento, non ancora diventato legge, sostituisce l’ergastolo, che in precedenza costituiva la pena più dura.

Cannabis, cocaina, metanfetamine e altri narcotici vengono trafficati in tutto il Paese, insieme agli oppioidi, per alimentare un crescente problema di dipendenza.

La normativa nasce da un rapporto delle commissioni del Senato su Giustizia, Diritti umani e questioni legali, Droga e narcotici, che il senatore Mohammed Monguno ha presentato durante la sessione plenaria di giovedì.

I sostenitori hanno sostenuto che la minaccia di esecuzione sarebbe un deterrente maggiore per i trafficanti di droga rispetto all’ergastolo. Da parte loro, i legislatori contrari alla misura hanno espresso preoccupazione riguardo alla natura irreversibile della pena di morte e alla possibilità di condanne errate.

La Camera dei Rappresentanti aveva già adottato il disegno di legge, ma senza prevedere la pena di morte. Cinque membri selezionati del Senato e della Camera dovranno armonizzare le due versioni prima di sottoporle al presidente, riferisce Reuters Africa.

**articoli Correlati[13023]**

-

PREV Temperature previste per sabato 11 maggio 2024
NEXT Conferenza internazionale sul genocidio dei tutsi in Ruanda: Quando Dakar dice no al “negazionismo”!