questi ricordi indelebili di Audrey Crespo-Mara sul legittimo disagio dei suoi genitori – Closer

questi ricordi indelebili di Audrey Crespo-Mara sul legittimo disagio dei suoi genitori – Closer
questi ricordi indelebili di Audrey Crespo-Mara sul legittimo disagio dei suoi genitori – Closer
-

Ogni settimana rilascia un’intervista riservata su TF1. Per Dalle sette alle otto,
Audrey Crespo-Mara invita le personalità a parlare davanti alla sua telecamera. Se diventare giornalista è stato per lei un vero successo, non era il suo primo sogno… E se ha rifiutato è stato a causa della lotta portata avanti dalla sua famiglia per vivere un momento particolarmente difficile.

Audrey Crespo-Mara racconta il sacrificio dei suoi genitori

Infatti, in un’intervista rilasciata a La Tribuna della Domenica pubblicato il 23 giugno
Audrey Crespo-Mara spiega che da bambina voleva diventare una ballerina
. Un ideale che ha sempre rifiutato a causa della sua storia familiare. “Non ho mai avuto l’ambizione di farlo diventare il mio lavoro, lei spiegò. non ero abbastanza bravo a differenza di mia madre che non è mai riuscita a realizzare il suo sogno. Mio nonno materno, che era calzolaio, non voleva che diventasse un’acrobata per paura che non riuscisse a guadagnarsi da vivere.”

Conserva intatto il ricordo di sua madre che la mattina andava a lavorare nella filiale della sua banca. “il nodo allo stomaco”.
“Mio nonno, un pied-noir algerino, arrivò nella Francia continentale all’età di 16 anni con i miei nonni che lavoravano in ospedale. È il crepacuore di una vita. Ognuno a modo suo, entrambi i miei genitori hanno sperimentato l’impossibilità di vivere un sogno”osserva.

Una vita tranquilla tra le braccia di Thierry Ardisson

Nella stessa intervista, Audrey Crespo-Mara racconta i sogni del suo successore : i suoi figli. Lana,
Sékouè un calciatore professionista in Inghilterra e il più giovane, La minierastudenti della scuola alberghiera di Losanna. “Sta ancora cercando la sua strada, è pazzamente curioso, mi sorprende ogni giorno”, confida. Una madre orgogliosa e una donna realizzata tra le braccia di una certa
Thierry Ardisson. “Credo che siamo evoluti molto insieme, io ho guadagnato in fiducia e lui in serenità”., confida di colui che noi soprannominiamo “l’uomo in nero”. Segreti adorabili…

-

PREV JoeyStarr preso di mira dalla denuncia dell’ex compagno: al centro della deposizione il figlio Marcello, 9 anni
NEXT “So cheap”, divisi i fan del cantante dal suo nuovo singolo Parie qu’on s’aime encore