Mercato: a causa delle incertezze politiche in Europa, i candidati per una IPO stanno diventando rari

Mercato: a causa delle incertezze politiche in Europa, i candidati per una IPO stanno diventando rari
Mercato: a causa delle incertezze politiche in Europa, i candidati per una IPO stanno diventando rari
-

(BFM Bourse) – Gli ultimi disordini politici in Europa stanno sconvolgendo il mercato europeo delle IPO. Martedì il marchio italiano Golden Goose ha scelto di posticipare il suo ingresso in Borsa a Milano, previsto per questo venerdì, a causa del clima politico nel Vecchio Continente.

Secondo i banchieri, è improbabile che il mercato europeo delle offerte pubbliche iniziali (IPO) veda nuovi richiedenti prima dell’estate, poiché l’incertezza politica ha sconvolto i mercati.

Questa settimana, il marchio italiano di scarpe da ginnastica di lusso Golden Goose e il rivenditore di moda spagnolo Tendam hanno entrambi rinviato le loro IPO, citando l’impatto sui mercati delle imminenti elezioni legislative anticipate in Francia.

Lo scioglimento dell’Assemblea nazionale deciso dal presidente Emmanuel Macron, in risposta alla vittoria dell’estrema destra alle elezioni legislative europee, ha fatto crollare l’euro, le azioni delle grandi società francesi e il prezzo dei titoli sovrani della Francia.

La scorsa settimana, l’indice di volatilità Euro STOXX 50 ha raggiunto il livello più alto da ottobre.

Martedì sera, Golden Goose, che produce scarpe da ginnastica da 500 dollari, e il suo proprietario, il fondo Permira, hanno deciso di ritirare l’IPO annunciata alla fine di maggio.

Una decisione legata sia alle difficoltà del settore del lusso che alle condizioni del mercato in quanto Permira ha subito una battuta d’arresto nella quotazione di un’altra delle sue società, il produttore britannico di stivali Dr Martens, le cui azioni sono scese del 78% dalla sua IPO nel 2021. Permira ha rifiutato commentare a Reuters.

L’estate è un periodo tradizionalmente più tranquillo

Inoltre, l’estate è in genere un periodo più tranquillo per le IPO e alcuni banchieri hanno avvertito che gli investitori sono più selettivi riguardo alle operazioni da sostenere.

Diversi banchieri sottolineano tuttavia che il mercato non è chiuso alle transazioni, poiché i volumi delle vendite di azioni sono in ripresa dall’inizio dell’anno.

Questa settimana, ad esempio, la società Europastry, specializzata in prodotti da forno surgelati, ha annunciato l’intenzione di quotarsi in borsa in Spagna e raccogliere almeno 225 milioni di euro.

“Non credo che il mercato sia chiuso, ma è chiaro che per un mercato delle IPO in timida ripresa, il colpo è stato un po’ duro”, osserva Andreas Bernstorff, responsabile dei mercati dei capitali di BNP Paribas.

Anche le elezioni presidenziali di novembre negli Stati Uniti potrebbero sconvolgere il programma dei progetti IPO, ma i banchieri ritengono che gli investitori saranno meno preoccupati per la potenziale volatilità del mercato.

Le aziende che desiderano quotarsi in borsa a partire da settembre potrebbero quindi avere maggiori possibilità.

“Alcune IPO si preparano a svolgersi dopo l’estate e potrebbero avere maggiori possibilità di quanto si pensasse”, sottolinea Andreas Bernstorff.

Il progetto include l’editore accademico tedesco Springer Nature e il produttore di farmaci Stada, che potrebbero quotarsi in borsa entro la fine dell’anno, secondo fonti di Reuters.

(Con Reuters)

SS – ©2024 Borsa BFM

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori