I regolatori finanziari cinesi mirano a uno sviluppo di alta qualità con importanti misure politiche

I regolatori finanziari cinesi mirano a uno sviluppo di alta qualità con importanti misure politiche
I regolatori finanziari cinesi mirano a uno sviluppo di alta qualità con importanti misure politiche
-

Le autorità di regolamentazione finanziaria cinesi, tra cui la China Securities Regulatory Commission (CSRC), la People’s Bank of China (PBOC) e la National Financial Regulatory Administration (NARF), hanno annunciato importanti misure politiche e riforme per il mercato dei capitali cinese e hanno sottolineato gli sforzi della Cina per promuovere un’apertura di alta qualità nel settore finanziario, al Lujiazui Forum 2024 che ha preso il via mercoledì a Shanghai.

Lo stesso giorno, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha annunciato l’apertura di un nuovo centro regionale del FMI a Shanghai. Recentemente, la CSRC ha consentito a BNP Paribas e HSBC di espandere le proprie attività finanziarie in Cina, il che costituisce una testimonianza lampante della maggiore apertura del settore finanziario cinese.

Le istituzioni straniere partecipanti all’evento hanno dichiarato al Global Times che il forum evidenzia i continui sforzi della Cina per aprire ulteriormente i suoi mercati finanziari e rafforzare la sua posizione come motore chiave della prosperità economica globale, il che rafforzerà la sua attrattiva come destinazione di investimenti.

Un segnale di apertura

Sul tema “Promuovere la crescita economica globale attraverso uno sviluppo finanziario di alta qualità”, il forum di due giorni ha riunito alti funzionari dei dipartimenti di regolamentazione finanziaria, del settore finanziario e rinomati esperti e studiosi cinesi e stranieri, per discutere su come promuovere l’alta qualità sviluppo finanziario attraverso la riforma e l’innovazione nel settore finanziario, risolvere i problemi affrontati dall’attuale economia globale attraverso uno sviluppo finanziario di alta qualità e promuovere così la crescita sostenibile dell’economia globale.

Durante la cerimonia di apertura, il Fondo monetario internazionale ha annunciato l’apertura di un nuovo centro regionale a Shanghai per rafforzare il proprio impegno e la propria partnership nella regione Asia-Pacifico.

“Accogliamo con favore la creazione del centro regionale del Fondo monetario internazionale a Shanghai. Riteniamo che il centro regionale di Shanghai approfondirà la cooperazione tra FMI e Cina, migliorerà gli scambi e il coordinamento delle politiche macroeconomiche tra i paesi della regione Asia-Pacifico e promuoverà la stabilità finanziaria regionale e globale”, ha affermato il portavoce della PBOC Pan Gongsheng.

Riguardo al centro regionale di Shanghai, Kristalina Georgieva, direttrice generale del Fondo monetario internazionale, ha dichiarato: “Questo centro rafforzerà ulteriormente l’impegno del Fondo monetario internazionale nella dinamica regione dell’Asia-Pacifico, approfondirà la nostra comprensione delle prospettive dei paesi membri e promuoverà la cooperazione economica internazionale.

La CSRC ha recentemente autorizzato BNP Paribas (Cina) ad agire come depositaria di fondi di investimento in titoli e ha inoltre autorizzato HSBC Qianhai Securities a impegnarsi nella negoziazione di margini. Durante il forum, le autorità finanziarie cinesi hanno sottolineato gli sforzi volti ad aprire ulteriormente il mercato finanziario cinese e ad accogliere gli investimenti esteri nel paese.

Wu Qing, direttore della CSRC, ha affermato che la commissione sosterrà Shanghai nella costruzione di un centro finanziario internazionale di livello mondiale, promuoverà lo sviluppo di alta qualità dei mercati azionari e obbligazionari, migliorerà i mercati dei futures e dei derivati, formerà le principali banche e istituti di investimento e sostenere ulteriormente le istituzioni finanziarie straniere affinché operino a Shanghai e attraggano più capitali nel medio e lungo termine.

Zhu Hexin, vice governatore della PBOC e capo dell’Amministrazione statale dei cambi (SAFE), ha dichiarato al forum che la Cina faciliterà ulteriormente la partecipazione degli investitori stranieri agli investimenti in titoli nazionali, al finanziamento di società tecnologiche transfrontaliere, e sosterrà le società multinazionali a Shanghai per stabilire centri di gestione dei fondi globali o regionali.

Le autorità finanziarie cinesi hanno inoltre annunciato riforme significative del mercato dei capitali cinese.

La CSRC ha presentato otto nuove misure di riforma del “Mercato STAR”, volte a sostenere l’innovazione tecnologica e lo sviluppo di nuove forze produttive di qualità. L’annuncio è stato fatto in occasione del 5° anniversario del lancio a Shanghai di questa borsa per l’innovazione scientifica e tecnologica di tipo NASDAQ, un passo importante nella riforma del mercato dei capitali del Paese.

Il Pan della PBOC ha dichiarato al forum che la banca centrale continuerà ad aderire ad una politica monetaria di sostegno, a consolidare il trend positivo della ripresa economica e a creare un ambiente monetario e finanziario favorevole allo sviluppo economico e sociale.

Li Yunze, direttore dell’ANRF, ha affermato che l’agenzia pubblicherà presto delle linee guida per aiutare Shanghai a diventare un centro di riassicurazione globale.

“I segnali provenienti dal forum dimostrano chiaramente che la riforma finanziaria e l’apertura della Cina stanno facendo progressi significativi e che le autorità di regolamentazione stanno portando avanti attivamente questo processo. Ciò rafforzerà la fiducia dei mercati cinesi e stranieri, nonché degli investitori, nella crescita del settore finanziario cinese”, ha affermato mercoledì Xi Junyang, professore all’Università di Finanza ed Economia di Shanghai.

Queste misure proattive miglioreranno la situazione finanziaria della Cina, promuoveranno legami più stretti e reciprocamente vantaggiosi tra il sistema finanziario globale e il mercato cinese e non solo contribuiranno al miglioramento del sistema finanziario cinese, ma promuoveranno anche il sano sviluppo dei sistemi finanziari cinesi a livello globale sistema finanziario e monetario, ha affermato il professor Xi.

I dati mostrano che nel 2023 il valore aggiunto del settore finanziario di Shanghai ha raggiunto 864,686 miliardi di yuan (119,15 miliardi di dollari), con un aumento del 5,2% su base annua. Nel primo trimestre di quest’anno, il valore aggiunto del settore finanziario di Shanghai ha raggiunto i 209,67 miliardi di yuan, con un aumento del 5,1% su base annua.

Attrattività del mercato cinese

Il Forum Lujiazui ha attirato numerosi ospiti provenienti da agenzie e istituzioni di regolamentazione finanziaria straniere.

Andrew S. Komaroff, direttore operativo del Neuberger Berman Group, ha dichiarato mercoledì al Global Times che il Forum Lujiazui invia un forte segnale che la Cina è impegnata a generare una crescita di alta qualità e a svolgere un ruolo costruttivo nelle sfide economiche globali.

“Il perseguimento da parte della Cina di uno sviluppo di alta qualità, caratterizzato da un’attenzione alla sostenibilità, all’innovazione e alla crescita inclusiva, è cruciale per l’economia globale. Essendo la seconda economia più grande del mondo, la continua apertura e integrazione della Cina nel sistema finanziario globale saranno fondamentali per promuovere una maggiore cooperazione e stabilità internazionale. L’impegno della Cina a liberalizzare ulteriormente i suoi mercati finanziari e promuovere i flussi di capitale bilaterali si allinea bene con gli interessi degli investitori globali come Neuberger Berman”, ha affermato Komaroff.

L’economia cinese, ampia e in rapida evoluzione, unita alle riforme finanziarie in corso e all’apertura, offre numerose opportunità di investimento per i gestori patrimoniali globali. L’attenzione del Paese all’innovazione, in particolare in settori come la tecnologia, la sanità e le energie rinnovabili, lo rende una destinazione attraente per investimenti a lungo termine e di alta qualità. Inoltre, gli sforzi della Cina per rafforzare la governance aziendale e gli standard di protezione degli investitori accrescono ulteriormente la sua attrattiva come destinazione di investimenti, ha affermato Komaroff.

“Il Forum Lujiazui è un faro per l’impegno globale e fornisce un ambiente positivo per discussioni aperte. Fornisce inoltre un’eccellente piattaforma per evidenziare i considerevoli progressi nella riforma e nell’apertura del settore finanziario in Cina”, ha affermato John McLean, presidente dell’Istituto dei direttori della città di Londra e anche presidente del Centro di sviluppo degli affari Cina-Regno Unito. .

“È evidente che la Cina è impegnata ad aprire il settore finanziario, con una visione chiara dei servizi che promuovono lo sviluppo economico e sociale. “Nelle mie visite in Cina negli ultimi 18 mesi, ho visto che si sta verificando un’apertura, in particolare in settori come la finanza verde, gli investimenti transfrontalieri e la finanza digitale”, ha sottolineato McLean.

La City di Londra è un centro finanziario globale con punti di forza specifici tra cui gestione patrimoniale, pensioni, assicurazioni, finanza verde e servizi finanziari e professionali, che offrono aree sostanziali per ulteriori iniziative di cooperazione e collaborazione con la Cina, ha aggiunto McLean.

Segui China.org.cn su Twitter E Facebookper partecipare alla conversazione.

-

PREV Una bottiglia “dalle mille scintille” per il rosé di Tony Parker e Saïd El Yousfi
NEXT le tasse sulla proprietà continuano ad aumentare