Dopo la sua settimana buia, il CAC 40 chiude in rialzo questo lunedì

Dopo la sua settimana buia, il CAC 40 chiude in rialzo questo lunedì
Dopo la sua settimana buia, il CAC 40 chiude in rialzo questo lunedì
-

Nel 2024, l’andamento dell’indice parigino è tornato positivo, ma resta lontano da quello di altre località europee.

La tempesta si sta già attenuando? Lunedì la Borsa di Parigi ha chiuso in rialzo dello 0,91%, un movimento fragile che non compensa le pesanti perdite della scorsa settimana, mentre gli investitori si preparano a vivere i prossimi giorni in funzione degli sviluppi politici. L’indice di punta CAC 40 ha guadagnato 68,30 punti a 7571,57 punti. La settimana scorsa ha ottenuto la peggiore performance settimanale da marzo 2022 (-6,55%), inclusa una perdita del 2,66% venerdì. Nel 2024, la performance dell’indice parigino è tornata positiva (+0,38%), ma resta lontana da quella delle altre piazze europee.

Resta quindi il rimbalzo “fragile”stima Andréa Tuéni, analista di Saxo Banque. “I movimenti sono irregolari, ci sono alcuni progressi verso l’alto, ma poi torniamo rapidamente indietro. La buona notizia è che stiamo fermando l’emorragia”., lui continua. Il mercato deve imparare di nuovo a farlo “Navigare nelle incertezze politiche”con “molti programmi che non necessariamente attraggono gli investitori”ma anche il rischio “inazione” se dai due turni di votazioni non emerge la maggioranza, osserva Andréa Tuéni.

Leggi ancheDovresti rivedere la tua strategia di mercato azionario di fronte all’incertezza politica?

La Bce “attenta”

Per tre settimane i mercati seguiranno l’evoluzione delle forze nei sondaggi così come quella “dettagli” che può portare alle diverse proposte politiche, secondo l’analista. Lunedì la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, interrogata sugli sconvolgimenti provocati dalla crisi politica in Francia, ha affermato che la sua istituzione è stata “attento al corretto funzionamento dei mercati finanziari”. “Continuiamo a essere attenti, ovviamente, ma ci limitiamo a questo”ha aggiunto Christine Lagarde.

Sul mercato obbligazionario, il tasso d’interesse del prestito francese a 10 anni, durata di riferimento, è aumentato notevolmente, attestandosi intorno al 3,21%. Il divario con il tasso tedesco è ancora attorno al livello più alto dal 2011, durante la crisi dell’Eurozona. I settori più colpiti dai ribassi della scorsa settimana, in particolare banche e automobili, hanno riacquistato un po’ di colore lunedì. Sul fronte finanziario, Axa ha guadagnato l’1,87% a 29,98 euro, BNP Paribas l’1,25% a 59,14 euro, Société Générale l’1,17% a 22,41 euro. Nel settore automobilistico, Renault ha guadagnato l’1,08% a 48,66 euro, Stellantis ha guadagnato lo 0,87% a 18,98 euro.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori