la società francese Benta avrebbe presentato un’offerta per l’acquisto del gruppo farmaceutico

la società francese Benta avrebbe presentato un’offerta per l’acquisto del gruppo farmaceutico
la società francese Benta avrebbe presentato un’offerta per l’acquisto del gruppo farmaceutico
-

Per l’acquisto del principale produttore di farmaci generici in Francia verrebbero messi sul tavolo tra gli 800 e i 900 milioni di euro.

La società farmaceutica francese Benta Lyon ha presentato sabato un’offerta per l’acquisto di Biogaran, il generico numero uno in Francia che appartiene al laboratorio farmaceutico Servier, ha detto all’AFP un esperto del settore. È allegata la proposta di buyout depositata presso la banca Lazard “tra 800 e 900 milioni di euro”ha detto questa fonte.

Questo importo è “superiore” alle offerte dei due gruppi farmaceutici indiani Torrent Pharmaceuticals e Aurobindo Pharma, anch’essi candidati a questa acquisizione, aggiunge lo specialista. La struttura dell’operazione prevede, secondo lui, il finanziamento tramite debito e tramite un fondo d’investimento europeo che sarebbe di minoranza. Questa offerta è l’unica di un’azienda francese. In corsa c’è anche il fondo d’investimento britannico BC Partners. Il termine per la presentazione delle offerte, previsto per l’11 giugno, è stato prorogato.

Leggi ancheBiogaran: questa l’“arma” che Bercy potrebbe sfruttare per bloccare la vendita del laboratorio a un’azienda indiana

Benta, che ha rilevato nel 2020 lo stabilimento Famar di Saint-Genis-Laval, vicino a Lione, alla guida del Tribunale di Commercio, produce e commercializza medicinali, anche generici, nonché dispositivi medici. La quota di farmaci generici rappresenta attualmente il 30% della sua attività. L’azienda annovera tra i suoi clienti il ​​colosso Sanofi, i laboratori Delbert e l’americana Procter and Gamble, che mantiene una gamma di prodotti sanitari da banco. Oltre ai farmaci generici e alle molecole essenziali, Benta Lyon produce anche prodotti pronti, tra cui il paracetamolo, nella sua fabbrica di Saint-Genis-Laval. Benta Lyon, che appartiene alla holding francese Benta SAS, di proprietà dell’investitore libanese Bernard Tannoury, conta 118 dipendenti e prevede quest’anno un fatturato di 24 milioni di euro.

Di fronte al rischio di delocalizzazione della produzione, l’esecutivo francese si è riservato la possibilità di attivare la procedura di controllo degli investimenti esteri in Francia in caso di eventuale acquisizione di Biogaran da parte di un attore straniero. La posta in gioco in termini di sovranità sanitaria è importante perché Biogaran detiene quasi un terzo del mercato dei medicinali generici in Francia e una scatola di medicinali su otto viene venduta con il suo marchio nelle farmacie.

-

NEXT quando le aziende cercano di limitare i risarcimenti per i viaggiatori