Dieci domande per… Geneviève Fortier | “Si comincia con una passeggiata”

Dieci domande per… Geneviève Fortier | “Si comincia con una passeggiata”
Dieci domande per… Geneviève Fortier | “Si comincia con una passeggiata”
-

Ogni venerdì, nella nostra sezione viene rivelato un decisore. Questa settimana, Geneviève Fortier, CEO di Promutuel, risponde alle nostre domande.


Inserito alle 1:32

Aggiornato alle 8:00

Quali sono le tue migliori e peggiori abitudini?

La mia migliore abitudine è allenarmi tre o quattro volte a settimana, mi permette di mantenere la lucidità mentale di cui ho bisogno per guidare, devo farlo. Ho anche un’altra abitudine: chiamare regolarmente mia madre che presto compirà 88 anni. La sua saggezza continua a giovarmi. La mia peggiore abitudine è non prendermi abbastanza tempo per mangiare e dormire, è una vecchia cattiva abitudine.

Cosa fai quando hai bisogno di avere un’idea?

Spesso, per me, tutto inizia con una passeggiata. Vado a fare una passeggiata nella natura, faccio un passo indietro, mi prendo il tempo per fermarmi, respirare e lascio che arrivino le idee. Spesso torno con tre buone idee e le sfido con la massima cautela, ne discutiamo. La natura è un modo per far fluire la creatività.

Come si stacca la spina?

Lo sport è il primo modo per staccare la spina, poi leggere, poi prendersi del tempo con la famiglia e gli amici. Cerco di fare tutto questo in momenti diversi in una settimana. Riesco a spegnere l’interruttore abbastanza facilmente, ho un orologio interno molto efficiente che mi permette di staccare la spina quando necessario.

Quale consiglio sei felice di aver ignorato?

Era il consiglio di un leader che aveva una visione molto ristretta delle cose e che pensava che le mie aspirazioni di voler diventare amministratore delegato fossero sproporzionate perché avevo una formazione in relazioni industriali e probabilmente non sapevo contare bene… Era una spinta. Nessuno avrebbe mai più limitato le mie ambizioni e oggi sono amministratore delegato della quarta compagnia assicurativa del Quebec e presidente del consiglio di amministrazione di Investissement Québec. Due posizioni in cui è necessario saper leggere un rendiconto finanziario…

Esiste una differenza tra leadership femminile e maschile?

In effetti, ogni leader è diverso. Ci sono attributi del lato femminile che conferiscono una dimensione più ampia alla leadership. Tutto ciò che ruota attorno all’intuizione, all’ascolto, al lavoro con le persone per avere successo. Il nuovo profilo di leader di oggi si adatta bene a questi attributi. D’altronde un ragazzo non si pone la domanda: ho tutte le carte in regola per avere successo? Questo è un attributo che le donne devono acquisire.

Sei più in ufficio o a casa?

Sono un po’ entrambe le cose, anzi lo sono sempre stata. All’inizio degli anni 2000 stavo già conciliando lavoro e vita privata. Lavoravo già in parte da casa nei lavori dirigenziali che ho sempre avuto e in viaggio. Casa e ufficio non bastano, ho bisogno di incontrare persone, connettermi con loro. Lavorare da casa mi permette di fare cose per le quali non ho bisogno di stare con la gente.

Che attività fisica fai?

Sono disciplinato. Mi alleno due volte a settimana con un trainer da 15 anni e ho iniziato a correre otto anni fa, due volte cinque chilometri a settimana. Amo la natura, gioco a golf, cammino molto, scio, l’attività fisica fa parte del mio stile di vita.

Qual è stato il tuo errore più grande?

Mi sono candidato alla presidenza con uno dei miei precedenti datori di lavoro e probabilmente non ero ancora pronto per correre quella corsa, ma mi ha trasformato, mi ha dato il via per dire: non aspettare che l’organizzazione ti dia questa opportunità , vai a prenderlo. Ho lasciato il settore farmaceutico, sono entrato nel settore assicurativo e tutto è andato in pezzi.

Un buon capo è qualcuno che…

I migliori capi che ho avuto – e cerco di essere come loro – sono quelli che offrono una visione stimolante e unificante e che creano lo spazio affinché il team intorno a loro voglia dare il massimo del proprio potenziale. Un buon capo non schiaccia, nutre e deve avere grandi capacità di ascolto.

La pensione ideale?

Questi saranno alcuni suggerimenti per mantenere il mio cervello stimolato. Per sei mesi all’anno viaggerò, giocherò a golf, soddisferò la mia curiosità e il resto del tempo passerò del tempo con i figli, i nipoti, gli amici facendo attività all’aria aperta, sciando, godendomi la vita.

Chi è Geneviève Fortier?

Amministratore delegato di Promutuel Assurance dal dicembre 2019, Geneviève Fortier è diventata la prima donna in 170 anni a guidare questa compagnia assicurativa. Dal maggio 2022 è anche presidente del consiglio di amministrazione di Investissement Québec.

Specialista delle risorse umane, Geneviève Fortier ha lavorato nel settore biofarmaceutico, dove ha ricoperto posizioni dirigenziali presso Biochem Pharma, Merk e McKesson Canada prima di fare il salto nel mondo delle assicurazioni presso SSQ Assurance e Promutuel.

Geneviève Fortier è stata membro di numerosi consigli di amministrazione di società del Quebec. È anche presidente del consiglio di amministrazione dell’Insurance Bureau of Canada – Quebec.

-

PREV Waze, Google Maps non fornisce i percorsi più brevi per questo motivo
NEXT Una donna svizzera si ritrova tra lenzuola sporche, macchiate di sperma