Diversi milioni richiesti dalla produzione di Koh-Lanta: riemerge un caso vecchio di sei anni

-

Il resto dopo l’annuncio

Nel 2018, nel bel mezzo della registrazione di una nuova stagione di Ko Lanta, è scoppiato uno scandalo. La candidata Candide Renard, figlia anche lei dell’allenatore di calcio Hervé Renard, sarebbe stata vittima di violenza sessuale da parte di un altro avventuriero, Eddy Guyot, che da allora è stato incriminato. Senza ulteriori indugi, la produzione ha poi deciso di interrompere le riprese. Da allora è in corso una vicenda parallela, questa volta tra l’ALP e la compagnia assicurativa di Albingia.

Cancellare una stagione quando le riprese erano già iniziate ha un certo costo finanziario. Così nasce ALP, come rivelato dai nostri colleghi di L’Informato, ha richiesto 12,6 milioni di euro alla sua assicurazione. Una somma enorme che corrisponderebbe al costo della chiusura Ko Lanta. Ma Albingia si rifiutò di pagare questo prezzo. È così che la società di produzione ha intrapreso un’azione legale contro il suo assicuratore, giustificando davanti al tribunale di commercio la pesante somma richiesta con una valutazione dettagliata dei costi investiti non recuperabili e del margine commerciale dello spettacolo.

ALP, produttore di Koh-Lanta, in conflitto con la sua assicurazione

Da parte sua l’assicuratore conferma che è stata pagata una cauzione”in caso di incidente“ma specifica che questo non copre”perdite finanziarie derivanti da disturbi psichiatrici e psicologici solo per i candidati partecipanti“. Tuttavia, è stato lo stress post-traumatico di Candide Renard a essere stato menzionato come motivo per l’interruzione del programma. Ma non è tutto, sottolinea Albingia un problema nella procedura : la dichiarazione di disastro sarebbe stata fatta”dopo che è stata presa la decisione di interrompere le riprese, senza che l’assicuratore abbia potuto discutere con l’assicurato soluzioni alternative per limitare l’entità del danno“.

Koh-Lanta cancellato: presto raggiunto l’accordo con l’assicurazione

Ancor di più, la compagnia assicurativa ha una teoria. In accordo con loro, “il vero motivo” della cancellazione di questa stagione di Ko Lanta sarebbe effettivamente correlato”alle difficoltà incontrate dall’inizio delle riprese“In questo modo la presunta aggressione non sarebbe avvenuta.”che la goccia che ha fatto traboccare il vaso“. Argomenti che poi hanno avuto il loro effetto da quando il tribunale commerciale di Parigi ha respinto la produzione a metà del 2022. Ma ALP ha presentato ricorso contro questa decisione. E da allora, le due parti hanno concordato una mediazione. Questo tentativo di risoluzione amichevole da parte della Corte d’appello della capitale sembra procedere bene da allora. entrambe le parti hanno tempo fino al 10 novembre per presentare il loro memorandum d’intesa. Continua.

-

PREV Marie-Caroline Cail (famiglie numerose) subisce il colpo dopo un inizio di pellegrinaggio contrastato
NEXT Camille (sposata a prima vista) appare con il suo nuovo compagno… molto diverso da Romain!