Axel (Star Academy) è esausto per il tour, fornisce consigli agli studenti della prossima stagione

Axel (Star Academy) è esausto per il tour, fornisce consigli agli studenti della prossima stagione
Axel (Star Academy) è esausto per il tour, fornisce consigli agli studenti della prossima stagione
-

Mentre il tour del Accademia delle stelle Finisce presto, gli studenti cominciano a dare segni di stanchezza. Axel parla di questo argomento e mette in guardia sulle condizioni in cui si svolgerà il tour.

Dalla fine del concorso canoro Accademia delle stelle, gli studenti del castello di Dammaries-les-lys hanno intrapreso un tour di 75 date. Per Pierre, il grande vincitore sono la promozione e i concerti. Il giovane è richiesto da tutte le parti. Anche il tour che ha attraversato Parigi non è stato idilliaco e ha avuto la sua parte di delusioni. A partire dalle disuguaglianze denunciate da Djebril. A ciò si aggiungono le assenze per malattia e strappi, segni di grande stanchezza da parte degli allievi del programma musicale. A questo proposito Axel esprime la sua preoccupazione e fornisce consigli per la prossima stagione.

Star Academy: un concerto di troppo?

Se sappiamo che Pietro è molto occupato, lo stesso vale per i suoi accoliti. E il primo ad esprimerlo è Axel, il candidato dell’ Accademia delle stelle. Quest’ultimo ha appena pubblicato un singolo Per la prima volta. Dovrà quindi occuparsi della promozione legata all’uscita del suo titolo ma anche degli ultimi concerti del tour che si concluderà il 7 luglio con un grande show a Bruxelles. E anche se il ritmo è serrato, la giovane cantante mostra già nostalgia. In un’intervista con Purecharts lui dice : “C’è già molta nostalgia. Sappiamo di aver vissuto insieme qualcosa di unico, che non sperimenteremo mai più in tutta la nostra vita. (…) Ci divertiremo con i musicisti, i ballerini, i cantanti… È la fine ma anche l’inizio di una nuova vita per tutti.”

“È un formato troppo intenso”

In attesa della fine del tour, gli studenti di Star Ac cominciano ad essere stanchi e le assenze si accumulano. Axel continua: “Non appena uno di noi si ammala, poiché siamo sullo stesso autobus, le probabilità che gli altri si ammalino sono molto alte (…) Non vediamo l’ora che finisca perché vogliamo farlo per un È da molto tempo, ma d’altronde sappiamo che per il nostro benessere fisico e soprattutto mentale è giunto il momento di prendere fiato. Non abbiamo avuto pause: ogni giorno è uno spettacolo, due spettacoli … A volte ci diciamo: “Ma aspetta, è già giugno quando ci rivediamo al primo appuntamento ad Amiens! Poi, finalmente, il giovane denuncia il ritmo con cui la produzione li realizza: “Questo è troppo. Quando fai settimane con sette spettacoli… Sappiamo che non è così che diventi un professionista. Siamo altamente formati nell’espresso, diamo il massimo. Per altri professionisti abbiamo guadagnato credibilità… a volte a scapito del benessere fisico e mentale, perché è un format troppo intenso. ” Il giovane azzarda qualche consiglio per la prossima edizione di Star Ac: “Allargare un po’ di più il tour.

-

NEXT questa sera, su W9, Asterix e Obelix arriveranno in Inghilterra