Benjamin Castaldi esprime la sua forte opinione sulla nuova stagione di Secret Story

Benjamin Castaldi esprime la sua forte opinione sulla nuova stagione di Secret Story
Benjamin Castaldi esprime la sua forte opinione sulla nuova stagione di Secret Story
-

Alcune settimane dopo il ritorno di Storia segreta, Benjamin Castaldi ha espresso la sua opinione sullo spettacolo. Per lui semplicemente non può funzionare nell’attuale panorama mediatico.

Il resto sotto questo annuncio

Questo è stato uno degli eventi dell’anno nel mondo della televisione. Sette anni dopo la sua chiusura a causa di udienze catastrofiche, Storia segreta è tornato sui canali del gruppo TF1 dalla fine di aprile. Senza il suo storico presentatore, Benjamin Castaldi, che lasciò lo show nel 2014. Aveva già espresso i suoi dubbi sulla possibilità di resuscitare il concept quando la produzione annunciò questo grande ritorno. Interrogato dai media belgi Telepro, il conduttore ritiene che il pubblico gli dia ragione. Considerando i vincoli della televisione e la concorrenza delle piattaforme online e dei social network, ritiene oggi impossibile affascinare il pubblico con un programma del genere.

Segreti troppo lisci e pubblico medio

Il lancio di questa stagione 12 ha ottenuto punteggi abbastanza buoni, con 1,29 milioni di spettatori. Ma il quotidiano fatica a raggiungere il milione di spettatori curiosi e il 10% di share. In parte compensa con i replay. Ma per Benjamin Castaldi il conto non c’è. “Un po’ quello che ho detto prima sta accadendo. Tutti si rassicurano dicendo che dà buoni punteggi su alcuni siti. Ma non è pazzesco.”ha analizzato per Telepro. Ho guardato un po’. Non trovo pazzesco il casting, non trovo pazzeschi i segreti”, Lui continuò. Un’analisi già condivisa da alcuni telespettatori dopo lo show di lancio. “Il primo ha avuto 780.000 spettatori, ancora meno di quelli della mia pièce“, ha scherzato.”Non siamo più nell’evento.”

Il resto sotto questo annuncio

“Non possiamo più dire nulla” : Benjamin Castaldi non crede al successo dell’ Storia segreta

Per il conduttore, questo concetto semplicemente non può più avere successo nel mondo dei media di oggi. “Trovo curioso che un canale rilanci un format con tutte le difficoltà che abbiamo oggi. Non possiamo più dire niente, non possiamo discutere, non possiamo dire parolacce, non possiamo fare scherzi. La religione è un problema, le relazioni di genere sono un problema… I segreti dei candidati possono ovviamente emergere di fronte all’escalation dei social network in cui la parola è molto poco regolamentata. Per Benjamin Castaldi, “l’unico modo per rifare Secret Story è farlo su una piattaforma completamente libera dai vincoli della televisione. Se non hai segreti sovversivi, se non dà un po’ di “prurito”, la gente si annoierà“.

-

NEXT Mask Singer 2024: chi si nasconde dietro il costume di Snowflake, nuovo investigatore? Le nostre previsioni