Il DH ha guardato la terza stagione di “The Bridgerton Chronicle”: una stagione accattivante (spoiler)

Il DH ha guardato la terza stagione di “The Bridgerton Chronicle”: una stagione accattivante (spoiler)
Il DH ha guardato la terza stagione di “The Bridgerton Chronicle”: una stagione accattivante (spoiler)
-

Shonda Rhimes e Netflix hanno ancora una volta toccato le corde giuste con la terza stagione di Le cronache di Bridgerton, adattato dai libri bestseller di Julia Quinn. Dal suo lancio nel 2020, la serie ha catturato un pubblico globale, spingendo uno dei suoi attori principali, Regé-Jean Page, alle vette del successo internazionale con il suo ruolo di Duca di Hastings. Mescolando abilmente passato e modernità, i costumi e le scenografie della serie, ambientata tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX, hanno ispirato persino boutique di abbigliamento e decorazioni.

Cosa rende questo seguito così irresistibile?

Cominciamo dalla bellezza del francese utilizzato in tutti gli episodi, sia nei dialoghi che nella voce del narratore, interpretato da Julia Andrews e doppiato dalla talentuosa Frédérique Tirmont. Le scelte musicali, tutte in versione strumentale, aggiungono un tocco incantevole, come la cover del Vitamin String Quartet di “Cheap Thrills” di Sia at a ball.

Bridgerton, stagione 3: svelata finalmente la data di messa in onda!

Più di una storia d’amore

Rispetto alle prime due stagioni, che si concentravano esclusivamente sulle storie d’amore tra Daphne e il Duca nella prima stagione, così come tra Anthony e Kate nella seconda, questa terza stagione esplora nuove storie d’amore. Sebbene sia incentrato principalmente sulla coppia Colin Bridgerton e Penelope Featherington, offre diverse nuove trame, in particolare quella di Bénédict Bridgerton, secondo dei fratelli, e quella di Lady Violet Bridgerton con il fratello di Lady Danbury, Marcus Andersons, interpretato da Daniel Francis. Senza dimenticare l’arrivo nel mondo di Francesca Bridgerton, ora interpretata da Hannah Dodd, che dona nuovo spessore al personaggio.

Attenzione, però, che per chi ha letto i libri, la cronologia nella versione adattata di Netflix non è proprio la stessa. Nei libri, la storia di Bénédict viene prima di quella di Colin… Ci piace o non ci piace! Tuttavia, i fan più accaniti avranno notato diversi cenni alla versione originale, incluso ad esempio l’incontro iniziale tra Colin e Penelope, pur lasciando grande libertà per le esigenze della serie.

Penelope, interpretata dalla talentuosa Nicola Coughlan, eccelle nel suo ruolo. Il suo carisma risplende attraverso lo schermo e dimostra ancora una volta che non è necessario avere una taglia 36 per essere bella, attraente e sexy. Si destreggia perfettamente tra il suo ruolo di giovane ragazza da marito e quello della piccante Lady Whistledown, autrice di critiche mondane. Per quanto riguarda il suo partner Luke Newton alias Colin Bridgerton, l’attesa tra la seconda stagione e questa stagione si è rivelata vantaggiosa, anche se rimane ancora un po’ infantile nel suo ruolo.

Un’amicizia sacrificata

La rottura dell’amicizia tra Penelope Featherington ed Eloise Bridgerton, introdotta nella stagione precedente dalla scoperta da parte di quest’ultima dell’identità di Lady Whistledown, prende una piega inaspettata dall’inizio di questa nuova stagione. È al braccio di Cressida Cowper che Eloise, abbandonando i suoi libri e il suo femminismo per immergersi nell’alta società, offre una nuova prospettiva sul suo personaggio, proprio come Cressida. Maltrattata dai genitori, la giovane si mostra simpatica, dalla personalità complessa, e sorprende piacevolmente gli spettatori.

La diversità è sempre presente

Le cronache di Bridgerton continua a promuovere la diversità e l’inclusione, introducendo personaggi come un lord costretto su una sedia a rotelle e una debuttante che pratica il linguaggio dei segni. Questa rappresentazione autentica contrasta con altre serie e offre una prospettiva rinfrescante sull’epoca.

Infine, il resto del cast, in particolare Golda Rosheuvel nel ruolo della Regina, mantiene il livello di eccellenza a cui la serie ci ha abituato.

Con i suoi quattro episodi da poco meno di un’ora ciascuno, questa terza stagione lascia gli spettatori affamati, desiderosi di conoscere il resto delle avventure dei Bridgerton. Le domande restano senza risposta: riuscirà Violet Bridgerton a soccombere al fascino del fratello di Lady Danbury? Colin scoprirà il segreto di Penelope prima del matrimonio? Dovrete aspettare qualche settimana prima di avere le risposte, ma il piacere di riscoprire questo universo vale sicuramente la pena aspettare. La seconda parte di questa stagione sarà disponibile dal 13 giugno 2024 su Netflix!

-

PREV “TPMP”: Bernard Montiel prende la decisione di fermare tutto
NEXT Ubriachezza, insulti e battibecchi, alcuni momenti da antologia da “Apostrophes”, lo show cult di Bernard Pivot