Taiwan rileva 66 aerei militari cinesi vicino all’isola

Taiwan rileva 66 aerei militari cinesi vicino all’isola
Taiwan rileva 66 aerei militari cinesi vicino all’isola
-

Il ministero della Difesa di Taiwan ha dichiarato giovedì di aver rilevato 66 aerei militari cinesi intorno all’isola nell’arco di 24 ore, un numero record dall’inizio dell’anno. Sono state avvistate anche sette navi militari cinesi.

La Cina rivendica Taiwan, governata da un regime democratico, come parte del suo territorio e ha affermato che non rinuncerà mai all’uso della forza per prendere il controllo del territorio.

Negli ultimi anni Pechino ha intensificato la pressione su Taipei. Il nuovo record di giovedì arriva dopo che già mercoledì il governo taiwanese aveva affermato che gli aerei cinesi si stavano dirigendo nel Pacifico occidentale per esercitazioni con la portaerei cinese Shandong, nell’ambito dell’addestramento marittimo e aereo.

Dei 66 aerei rilevati giovedì, 56 hanno attraversato la linea mediana dello stretto di Taiwan, che divide in due lo stretto di 180 chilometri di larghezza tra l’isola e la Cina continentale, ha affermato il ministero taiwanese in una nota.

Reazione “di conseguenza”

Il ministero taiwanese ha affermato di aver “reagito di conseguenza”. Il record precedente dell’anno risale a maggio, quando Pechino ha inviato 62 aerei militari e 27 navi da guerra intorno a Taiwan. Ciò è avvenuto dopo l’insediamento del nuovo presidente taiwanese Lai Ching-te, che Pechino considera un “pericoloso separatista”. La Cina ha quindi organizzato esercitazioni militari intorno all’isola come “punizione”.

Il ministro della Difesa di Taiwan, Wellington Koo, ha dichiarato mercoledì che la portaerei “non è passata attraverso il Canale Bashi”, una via d’acqua al largo della punta meridionale di Taiwan attraverso la quale solitamente transitano le navi cinesi in rotta verso l’Oceano Pacifico.

“Si è spinto più a sud, attraverso il Canale di Balintang, verso il Pacifico occidentale”, ha aggiunto, riferendosi a una rotta marittima a nord dell’isola di Babuyan nelle Filippine, a circa 250 chilometri a sud di Bashi.

Un portavoce dell’esercito filippino ha detto di aver ricevuto informazioni sulle manovre russo-cinesi nel Mar di Filippine, senza commentare la portaerei. Le tensioni tra Manila e Pechino sono aumentate in seguito ad una serie di scontri nel Mar Cinese Meridionale, zona marittima contesa.


ats, afp

-

PREV Il Gabon del generale Oligui Nguema “si riappropria” di parte del suo petrolio
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole