BP avverte dell’impatto dei deboli margini di raffinazione e del commercio di petrolio sui profitti del secondo trimestre – 09/07/2024 alle 09:26

BP avverte dell’impatto dei deboli margini di raffinazione e del commercio di petrolio sui profitti del secondo trimestre – 09/07/2024 alle 09:26
BP avverte dell’impatto dei deboli margini di raffinazione e del commercio di petrolio sui profitti del secondo trimestre – 09/07/2024 alle 09:26
-

((Traduzione automatica di Reuters, consultare il disclaimer https://bit.ly/rtrsauto))

(Azioni aggiunte al paragrafo 1 e al contesto in tutto) di Arunima Kumar

Il colosso energetico britannico BP BP.L ha dichiarato martedì che i deboli margini di raffinazione e di commercio del petrolio rischiano di pesare sui profitti del secondo trimestre, facendo crollare le sue azioni del 3% nelle contrattazioni mattutine.

Mentre i suoi margini di raffinazione subiranno un calo da 500 a 700 milioni di dollari, la società con sede a Londra prevede anche di registrare spese da 1 a 2 miliardi di dollari nel secondo trimestre, principalmente legate alla revisione della raffineria di Gelsenkirchen in Germania.

La settimana scorsa, la rivale Shell SHEL.L ha dichiarato che avrebbe dovuto sostenere una svalutazione fino a 2 miliardi di dollari, legata alla vendita della sua raffineria di Singapore e al blocco della costruzione di uno dei più grandi impianti di biocarburanti d’Europa nei Paesi Bassi.

Il rilascio degli utili di BP arriva dopo che la major petrolifera statunitense Exxon Mobil XOM.N ha riferito lunedì che il calo dei margini di raffinazione e dei prezzi del gas naturale avrebbe danneggiato i suoi profitti del secondo trimestre.

BP, che pubblicherà i risultati trimestrali il 30 luglio, ha affermato che la sua produzione upstream del secondo trimestre dovrebbe essere sostanzialmente invariata rispetto ai tre mesi precedenti.

La produzione di petrolio e gas nel primo trimestre è stata pari a 2,38 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno (boepd), grazie all’avvio di giacimenti in Azerbaigian e negli Stati Uniti.

Gli investitori si aspettano che l’utile al costo di sostituzione sottostante della BP per il secondo trimestre, che soddisfa la definizione di utile netto della società, sia pari a 3,13 miliardi di dollari, come mostrano i dati del LSEG.

-

PREV Russia: secondo il “New York Times”, la Casa Bianca esita a sanzionare la flotta di petroliere fantasma
NEXT I prezzi del petrolio sono rimasti poco cambiati poiché gli investitori si sono concentrati sull’impatto della tempesta Beryl sul Texas