I BRICS vietano il dollaro USA? Bitcoin emerge mentre il sud-est asiatico valuta di aderirvi

I BRICS vietano il dollaro USA? Bitcoin emerge mentre il sud-est asiatico valuta di aderirvi
I BRICS vietano il dollaro USA? Bitcoin emerge mentre il sud-est asiatico valuta di aderirvi
-
  • Mentre i paesi del sud-est asiatico tengono d’occhio i BRICS, lo Zambia è diventato l’ultimo paese ad abbandonare il dollaro americano, minacciando il carcere per coloro che utilizzano valute straniere.
  • I BRICS hanno rivelato i piani per lanciare quest’anno una valuta rivale che potrebbe essere sostenuta dall’oro, ma gli esperti hanno elogiato il bitcoin come possibile sostituto.

I BRICS stanno suscitando grande interesse in tutto il mondo poiché i paesi in via di sviluppo cercano di rompere i legami con il dollaro USA e formare un’alleanza. Un candidato africano ha annunciato che avrebbe abbandonato il dollaro e le altre valute straniere. Nell’ambito dei suoi sforzi per abbandonare gli Stati Uniti, lo Zambia ha minacciato i cittadini sorpresi ad usare il dollaro con fino a dieci anni di prigione.

Una bozza di documento della Banca dello Zambia rivela che i cittadini sorpresi a utilizzare valute estere per transazioni locali potrebbero essere incarcerati. La banca mira a sostenere la valuta locale del paese in un contesto di difficoltà economica nazionale.

Vedi altro

Come la maggior parte dei paesi BRICS, lo Zambia ha messo in dubbio l’uso del dollaro come valuta. L’ex presidente dello Zambia Thabo Mbeki ha affermato che in due paesi che non utilizzano il dollaro come valuta, le transazioni non richiedono il dollaro. Tuttavia, potrebbero essere facilmente realizzati con la loro riserva nazionale.

Questa è una tendenza in crescitacon paesi come Cina, Russia, Emirati Arabi Uniti e altri che scelgono di condurre transazioni internazionali nelle loro valute nazionali. IL La dominanza del dollaro è quindi scesa al minimo storico. Una tendenza che ha guidato anche il FMI ha suonare l’allarme per ilfuturo di questa valuta come valuta commerciale e riserva nazionale.

L’alleanza BRICS costruisce un nuovo sistema di pagamento

Mentre i paesi si allontanano dagli Stati Uniti, i BRICS appaiono come la soluzione migliore. Questa alleanza riunisce alcune delle economie più grandi e in più rapida crescita. La coalizione mira a sfidare il potere politico ed economico delle nazioni più ricche d’America e d’Europa.

Inizialmente composto da cinque paesi, Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa, si è poi arricchito di Egitto, Etiopia, Iran ed Emirati Arabi Uniti. Inoltre, ha suscitato molto interesse e le revisioni delle nuove aggiunte sono ancora in corso.

I paesi del sud-est asiatico come la Malesia e la Tailandia hanno già presentato domanda di adesione. L’alleanza non conta ancora alcun membro del Sud-Est asiatico e l’aggiunta di uno o due di questi paesi sarebbe strategica.

“L’appartenenza ai BRICS aprirebbe opportunità per il commercio e gli investimenti, e quindi la domanda è: perché non farlo, Piti Srisangam, direttore esecutivo della Fondazione ASEAN, ha detto alla DW.

Questi sviluppi arrivano alla vigilia della seconda conferenza BRICS ospitata dalla Russia. Dopo una conferenza di successo in Sud Africa nel 2023, la Russia si prepara a ospitare l’incontro più importante in cui l’alleanza potrebbe lanciare il suo nuovo sistema di pagamento e la sua nuova valuta.

Dato che i paesi membri accumulano oro, gli esperti ritengono che la nuova valuta potrebbe essere sostenuta dall’oro. Ma finora è chiaro che il bitcoin è superiore all’oro. La comunità cripto ha quindi chiesto all’alleanza di adottare bitcoin, eliminando la necessità di istituire un sistema di pagamento e godendo dei vantaggi dell’oro.

-

PREV L’inflazione britannica rimane al 2% a giugno, una buona notizia per l’economia
NEXT Lione. LOU Rugby vuole tornare alle fasi finali