Gli studenti si espongono per condividere spaccati di vita

Gli studenti si espongono per condividere spaccati di vita
Gli studenti si espongono per condividere spaccati di vita
-

Martedì scorso si è svolta una mostra fotografica nel cortile della scuola Marcel Boulmier, nelle sue dipendenze e sui muri di rue Paul-Bert, non lontano dalla palestra.

Per Romain Beaumont, fotografo: “È una richiesta del direttore dell’istituto, poter riunire la stragrande maggioranza degli studenti nel cuore di un progetto fotografico. L’establishment è diviso in due e l’idea era quella di fornire una vera unità. »

Aggiunge che “il funzionamento e la regolazione delle telecamere erano necessari per gli studenti perché queste sono solo foto scattate da loro. Ci sono state discussioni tra noi, ho mostrato loro i rapporti”.

Gli studenti e il fotografo hanno parlato a lungo per mettersi d’accordo sulle foto che interessavano. Alla fine è stato durante le ore di lezione e durante la ricreazione che sono state scattate queste foto.

“Ci sono anche primi piani di volti intorno agli occhi. L’idea non era quella di esagerare, ma che lo spettatore diventasse per un momento colui che viene guardato. C’era anche una forma di digressione nella foto, ad esempio sotto la pioggia, dove i bambini sembravano tutt’altro che felici. Questo aspetto degli eventi dà qualcosa di interessante sulla carta», spiega Romain Beaumont.

Quest’ultimo ha anche scattato delle foto a fuoco rapido, scattate all’interno della palestra Paul-Bert su un trampolino con gli studenti in movimento. “Come ho detto agli studenti, la cosa importante non è proprio il soggetto ma la composizione della foto”, spiega il fotografo.

In totale, sono state scattate quasi 80 fotografie da tutti gli studenti della scuola Marcel-Boulmier (da CP a CM2). Un progetto finanziato dal Comune, dal rettorato dell’Accademia e dalla cooperativa scolastica.

-

PREV Basterà un aumento salariale per contrastare l’inflazione galoppante?
NEXT Bello quanto Dragon Ball FighterZ? Questo videogioco di combattimento adattato da un anime leggendario vuole colpire duro nel 2024. Ho giocato a Hunter x Hunter Nen Impact ed è un piacere per i fan