A Dinan, come questi studenti universitari che avevano abbandonato la scuola hanno potuto ritrovare la speranza

A Dinan, come questi studenti universitari che avevano abbandonato la scuola hanno potuto ritrovare la speranza
A Dinan, come questi studenti universitari che avevano abbandonato la scuola hanno potuto ritrovare la speranza
-

Par

Quentin Maglio

pubblicato su

5 luglio 2024 alle 11:26

Vedi le mie notizie
Segui Le Petit Bleu

“Senza questo stage non avrei trovato la motivazione” testimonia Reynald, studente a situazione di abbandono in 4a elementare. Come questi altri sei compagni presenti questo giovedì 20 giugno al Lycée La Fontaine des Eaux di Dinan (Côtes-d’Armor), partecipa alla seconda parte del corso di recupero scolastico dell’associazione Énergie Jeunes.

“Ripristinare la speranza nelle loro capacità”

Il comitato Ille et Vilaine dell’associazione creata nel 2009 ha organizzato la seconda giornata di prevenzione e mobilitazione contro l’abbandono scolastico nel Pays de Dinan.

Questo giovedì l’accento è stato posto sulla preparazione per l’inizio della terza elementare.

Aiuta questi studenti a appendere il carro, questo è l’obiettivo del programma. Per fare questo, il team dei supervisori ha organizzato un piccolo gioco al rientro dal pranzo. Gli studenti delle scuole medie simulano l’apertura di un parco divertimenti, in cui ognuno deve ricoprire un ruolo, secondo i suoi tratti caratteriali.

Quindi cercano di identificare le qualità di ogni persona. “Alessandro, dove lo mettiamo? » chiede la volontaria Caterina. ” Venditore ! » esclama Krishna, “può fare tutto, è versatile”.

Video: attualmente su -

Dopo diversi minuti di trattative, ogni gruppo presenta la propria forza lavoro: “Lou-Anne è calma e premurosa, quindi l’abbiamo inserita nelle professioni sanitarie. » annuncia Rinaldo, che rimarca che «è come un puzzle. Siamo pezzi di forme diverse che si completano bene a vicenda”.

Il parco divertimenti è pronto ad aprire e l’obiettivo è raggiunto: “L’obiettivo è ridare speranza nelle loro capacità. Mettiamo nero su bianco le loro qualità e dimostriamo loro che se sono così non è una colpa. Fanno parte di un ecosistema in cui hanno il loro posto, con il loro carattere”, spiega Guy Choquer, volontario.

“Sono sicuro che avrò una buona media l’anno prossimo”

Se è necessario ripristinare la fiducia ai sette studenti delle scuole medie che partecipano al programma è perché lo sono tutti, per vari motiviabbandonare Quest’anno. “Avevo difficoltà, quindi ho rinunciato”, racconta Lou-Anne, affiancata da Reynald: “Non volevo andare a scuola la mattina e non rivedevo più le mie lezioni”.

I due studenti universitari parlano al passato, e la cosa non è insignificante. Questo programma ha rimesso il carbone nella locomotiva: “Mi sono reso conto che i miei voti avevano delle ripercussioni. Senza questo stage non avrei avuto questa motivazione. Lì sono sicuro che avrò una buona media in terza elementare”, si rallegra sempre Reynald. “Questo corso dà consigli, ho ritrovato fiducia”, conferma Lou-Anne.

Cinque volontari per sei studenti. Il rapporto consente di individualizzare il sostegno agli studenti delle scuole medie. ©Quentin Mallet

Apertura alla professionalizzazione

Durante la prima parte organizzata all’inizio dell’anno, hanno potuto scoprire le attività proposte dall’ Istituto tecnico La Fontana delle Acque.

Il seme di questo percorso professionale è piantato nelle loro teste. Forse germoglierà per alcuni di loro.

“Mostriamo loro che ci sono possibilità al di fuori della scuola classica tradizionale. Alcuni sono stanchi di passare otto ore al giorno davanti a un consiglio di amministrazione, anche se hanno enormi qualità in altri ambiti”, osserva Guy.

Nell’attesa di scegliere il percorso da seguire al liceo, dovranno portare a termine il famoso fase di osservazione l’anno prossimo, in terza elementare.

Questo sarà ciò che sarà al centro della terza parte, il prossimo ottobre.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Non riesce a digerire che sua moglie sia morta sotto le ruote di un camion guidato da un individuo accusato di problemi di guida.
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole