prezzi in Francia questo giovedì 4 luglio 2024

-

Evoluzione dei prezzi del carburante in Francia: dettagli e prospettive

Con l’avanzare del 2024, il settore energetico sta osservando sottili cambiamenti nei prezzi dei diversi combustibili disponibili in Francia. Questi dati sono cruciali sia per gli utenti quotidiani che per i professionisti del settore e meritano un’analisi attenta. Questa revisione dettagliata mira a far luce sulle recenti fluttuazioni dei prezzi e sui loro potenziali impatti futuri.

Riepilogo dei prezzi e sviluppi notevoli

Ecco una panoramica riorientata dei vari tipi di combustibili e del loro andamento dei prezzi:

Combustibili tradizionali
  • Senza piombo 98 (E5) : Venduto a 1,935 €/l, questo carburante ha registrato un aumento annuo di 2,9 centesimi, indicando un aumento dell’1,50%, possibile segno di pressioni inflazionistiche o di cambiamenti della domanda.
  • Senza piombo 95 (E5 e E10) : Questo carburante vede il suo prezzo oscillare leggermente. Ad esempio, la Senza Piombo 95 E5 è a 1,861 euro/l, con una crescita annua di 1,8 centesimi. L’E10, leggermente meno caro a 1,835 €/l, segna un incremento annuo di 1,3 centesimi.
  • Gazola (B7) : Il prezzo del gasolio è di 1.751 €/l, segnando un notevole aumento di 5,6 centesimi su un anno, ovvero un aumento del 3,30%. Ciò potrebbe riflettere le sfide nel mercato petrolifero globale o politiche ambientali più rigorose.
Carburanti alternativi
  • Bioetanolo E85 : Con un prezzo di 0,857 €/le un calo significativo di 20,2 centesimi nell’anno, questo carburante evidenzia la crescente attrazione per opzioni più ecologiche, favorite da maggiori politiche di incentivi.
  • GPL (Gas di petrolio liquefatto) : A 1.000 €/l, il GPL ha registrato un leggero aumento di 0,3 centesimi su un anno. Questo combustibile rimane un’alternativa interessante dal punto di vista ambientale ed economico.
Stabilità nell’alternativa NGV
  • GNC (gas naturale per veicoli) : Il prezzo rimane stabile a 1,078 €/l, suggerendo un equilibrio tra domanda e offerta, potenzialmente dovuto ad un mercato ben consolidato per questo tipo di carburante.

Nel panorama attuale, è essenziale che i consumatori e le imprese seguano le tendenze dei prezzi per ottimizzare i costi in base alle previsioni economiche e agli sviluppi normativi. La volatilità dei prezzi del diesel e il crescente interesse per carburanti come il bioetanolo E85 che illustrano l’impatto delle politiche ambientali sono indicatori chiave da monitorare. I consumatori farebbero bene a considerare alternative più ecologiche ed economicamente sostenibili a lungo termine, allineando così le loro abitudini di consumo con una transizione energetica sostenibile.

Oggi Per una settimana Da un mese Da un anno
Senza piombo 98 (E5) 1.935 €/l + 0,4 centesimi/l (+0,20%) + 0,3 centesimi/l (+0,20%) + 2,9 centesimi/l (+1,50%)
Senza piombo 95 (E5) 1.861 €/l + 0,3 centesimi/l (+0,20%) – 0,3 centesimi/l (-0,20%) + 1,8 centesimi/l (+1,00%)
Gazola (B7) 1.751 €/l + 0,3 centesimi/l (+0,20%) + 4,6 centesimi/l (+2,70%) + 5,6 centesimi/l (+3,30%)
Bioetanolo E85 0,857 €/l + 0,2 centesimi/l (+0,20%) – 2,3 centesimi/l (-2,60%) – 20,2 centesimi/l (-19,10%)
GPL 1.000 €/l + 0,1 centesimi/l (+0,10%) + 0,5 centesimi/l (+0,50%) + 0,3 centesimi/l (+0,30%)

Sebbene l’aumento complessivo di alcuni combustibili possa essere preoccupante, è anche un’indicazione della transizione energetica e dell’adeguamento del mercato in corso. Adatta le tue scelte di carburante e monitora attentamente le tendenze per rimanere informato e reattivo in questo campo in continua evoluzione.

-

PREV Orleix. Legislativo: Odos più fratturato che mai
NEXT Lo Xiaomi Redmi Note 13 Pro è disponibile ad un prezzo esclusivo su AliExpress