I prezzi degli immobili sono in forte calo

I prezzi degli immobili sono in forte calo
I prezzi degli immobili sono in forte calo
-

I prezzi dei vecchi immobili in Francia sono ora in forte calo, secondo i barometri delle reti di agenzie per il secondo trimestre del 2024, che percepiscono un atteggiamento “attendista” tra gli acquirenti dopo lo scioglimento dell’Assemblea nazionale. Secondo Foncia, nel secondo trimestre i prezzi al metro quadrato sono diminuiti dell’8% rispetto all’anno precedente. Orpi rileva un calo del 7% su tutto il primo tempo, e Laforêt del 4,1%.

“Quest’anno è iniziato bene nel primo trimestre e ha registrato un’accelerazione nel secondo”, ha affermato Jordan Frarier, presidente di Foncia Transaction. In questione il calo dei tassi di credito e “venditori un po’ più attenti e che abbassano i prezzi”. «Tutti i professionisti del settore immobiliare hanno fatto lo stesso discorso, dicendo che bisognava fare una mossa perché la gente non poteva più seguirci», afferma anche il presidente di Orpi, Guillaume Martinaud.

Calo più marcato per le case

Secondo Laforêt i prezzi delle case scendono più di quelli degli appartamenti, -6,8% contro -1,7%. “Si vede chiaramente che i francesi, anche se sognano sempre una casa individuale, che è il loro ideale, sanno che la casa è un investimento finanziario più importante” in termini di riscaldamento, esterno o carburante, spiega il presidente di Laforêt , Yann Jéhanno. Questo calo dei prezzi comincia ad arginare il calo delle transazioni, notano le tre reti.

Lo scioglimento dell’Assemblea nazionale deciso il 9 giugno da Emmanuel Macron, che potrebbe portare l’estrema destra al potere, ha causato un “aspetta e vedi” sul mercato, notano anche. “C’è un atteggiamento attendista, ma riteniamo che dietro ci sia il desiderio di trasformare in realtà l’acquisto di un immobile”, afferma Guillaume Martinaud, avvertendo però che “è molto disparato”. “Avrete un po’ di tempo libero finché non sapremo quale programma politico sarà attuato e da chi”.

“Abbiamo due comportamenti opposti”, spiega Yann Jéhanno. “Chi ha già un progetto avanzato, chi vuole approfittare dei tassi che attualmente è riuscito a negoziare con la propria banca (…), altri che lo tengono in sospeso” in attesa dell’esito delle urne e delle sue conseguenze per l’ economia.

-

PREV un soldato Sentinel ferito con un coltello alla Gare de l’Est, arrestato un sospettato già noto per omicidio
NEXT AMD conferma finalmente la data di lancio del Ryzen 9000, ma non i prezzi