Caso Stormy Daniels: rinviata a settembre la sentenza di Trump

Caso Stormy Daniels: rinviata a settembre la sentenza di Trump
Caso Stormy Daniels: rinviata a settembre la sentenza di Trump
-

Il giudice del processo penale per pagamenti occultati di Donald Trump ha rinviato martedì l’annuncio della sua condanna, prevista tra nove giorni, al 18 settembre, il giorno dopo la decisione della Corte Suprema americana che ha esteso l’immunità dell’ex presidente degli Stati Uniti.

• Leggi anche: Caso Stormy Daniels: Trump cerca di ritardare la sua sentenza, citando la sua immunità parziale

“La data della sentenza dell’11 luglio viene quindi cancellata”, e “rinviata al 18 settembre se ciò sarà ancora necessario”, ovvero circa sei settimane prima della data delle elezioni presidenziali americane, il 5 novembre 2024, ha scritto il magistrato di New York.

Questa data cade dopo la Convention repubblicana, prevista dal 15 al 18 luglio a Milwaukee, dove Donald Trump dovrà essere ufficialmente nominato candidato presidenziale.

A poche ore dalla decisione della Corte Suprema, gli avvocati di Donald Trump hanno scritto lunedì al giudice per chiedere l’annullamento dello storico verdetto di una giuria che ha ritenuto l’ex presidente degli Stati Uniti colpevole di 34 reati di falsificazione contabile legati al pagamento occulto di $ 130.000 alla porno star Stormy Daniels nel 2016.

Anche in questo caso l’ultima parola spetta al giudice, che aveva già respinto i ricorsi del partito Trump basati sulla sua immunità come presidente dal 2017 al 2021.

“Pur ritenendo infondate le argomentazioni dell’imputato, non ci opponiamo alla sua richiesta” di presentare ricorso e di “rinviare la sentenza”. L’accusa precisa inoltre di chiedere il termine del 24 luglio per poter presentare le proprie controdeduzioni al ricorso della difesa.

-

PREV Kenya in subbuglio | Gas lacrimogeni e lancio di pietre: i manifestanti chiedono la partenza di Ruto
NEXT Biden rilascerà la prima intervista dopo il dibattito con Trump venerdì