il settore del gas nel mirino di un gruppo europeo – La Nouvelle Tribune

-

La compagnia energetica greca Energia ha recentemente ridefinito la propria strategia vendendo parte dei propri asset nel Mediterraneo per concentrare i propri sforzi sullo sviluppo di nuovi progetti, in particolare nel Marocco. Questo riorientamento segna un passo cruciale nell’evoluzione della società, evidenziando il potenziale del gas naturale offshore del regno di Shereef.

Questo mese di giugno, Energia ha raggiunto un accordo per vendere il proprio portafoglio di asset in Egitto, Italia e Croazia a Carlyle International Energy Partners, per un importo compreso tra 820 e 945 milioni di dollari. Questa vendita, annunciata ufficialmente il 20 giugno, consente a Energean di liberare liquidità essenziale per finanziare i suoi progetti futuri. Quotata alle Borse di Londra e Tel Aviv, la società cerca di onorare i propri impegni finanziari concentrandosi su una strategia incentrata sullo sviluppo del gas naturale.

Focus sul campo di acciughe in Marocco

Tra i nuovi orizzonti esplorati da Energean, il giacimento Anchois, situato al largo di Larache nell’Oceano Atlantico, occupa un posto centrale. Questo progetto rappresenta una significativa opportunità per Energean, che ora detiene il 45% delle licenze offshore di Lixus e il 37,5% di quelle di Rissana, diventando così il principale operatore di tali concessioni. L’Ufficio Nazionale degli Idrocarburi e delle Miniere del Marocco (ONHYM) detiene una partecipazione del 25% in ciascuna licenza, mentre Chariot Limited, partner di Energean, detiene rispettivamente il 30% e il 37,5%.

Una fruttuosa collaborazione con Chariot Limited

La collaborazione tra Energean e Chariot Limited si è concretizzata lo scorso aprile con la finalizzazione degli accordi di partnership, validati dalle autorità marocchine. Energean ha già effettuato un pagamento iniziale di 10 milioni di dollari a Chariot Limited, segnando l’inizio di una promettente cooperazione. Questa partnership fa parte di un approccio volto a sfruttare il potenziale di gas del Marocco, rafforzando così la presenza di Energean nella regione.

Una strategia equilibrata e ambiziosa

Il nuovo indirizzo strategico diEnergia si basa su un portafoglio bilanciato, che comprende asset chiave come il campo Karish in Israele e il progetto di cattura e stoccaggio del carbonio al largo della Grecia occidentale. L’aggiunta del campo Acciughe a Marocco completa questa visione, offrendo Energia diversificazione geografica e ottimizzazione delle proprie risorse di gas.

Concentrando i propri sforzi sullo sviluppo di promettenti progetti offshore, Energean punta sul gas naturale come leva per la crescita e la sostenibilità. Il giacimento di Anchois rappresenta una pietra angolare di questa strategia, illustrando il desiderio dell’azienda di affermarsi come uno dei principali attori nel settore energetico nel Nord Africa.

-

PREV “Penso di essere il più qualificato per vincere”, dice Joe Biden | Elezioni americane 2024
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole