La città di Charleroi presenta perdite strutturali pari a 50 milioni di euro all’anno

La città di Charleroi presenta perdite strutturali pari a 50 milioni di euro all’anno
La città di Charleroi presenta perdite strutturali pari a 50 milioni di euro all’anno
-

Secondo la direzione finanziaria, le perdite ricorrenti ammontano a quasi 50 milioni di euro all’anno. “Non si tratta assolutamente di una cattiva gestione del bilancio né di una perdita di controllo su alcuni costisecondo l’assessore Maxime Hardy responsabile delle Finanze. Perché se elementi sfuggono al controllo della nostra maggioranza PS-C +/Les Engagés-Écolo come l’esplosione delle spese di trasferimento (alla zona di polizia, al CPAS, alla zona di salvataggio e al Tibi), l’aumento del costo delle pensioni e una Il rendimento dell’IPP aggiuntivo è ben al di sotto della media, manteniamo il controllo delle leve determinanti: gestione del bilancio, spese operative, gestione del debito e tassazione.”

Maxime Hardy è categorico: su questi temi Charleroi se la cava meglio di altri comuni delle sue dimensioni. In questo fa riferimento alla relazione annuale di Belfius. “Tassiamo meno i nostri residenti, gestiamo meglio le risorse che ci sono state concesse per finanziare le nostre missioni, prevediamo ulteriori riduzioni del nostro debito e siamo stati in grado di mantenere i nostri costi operativi al di sotto di quelli di città comparabili”.

La constatazione è la stessa ogni anno: a Charleroi tutto è più caro pro capite. Sicurezza, azione sociale, pulizia, vigili del fuoco. Per un livello di tasse e tributi comunali inferiore alla media. La Città sta inoltre rispettando la traiettoria di bilancio che le è stata imposta. Ma Maxime Hardy non lo nasconde, “le incertezze che gravano sulle politiche regionali con la formazione del nuovo governo MR-Les Engagés rappresentano una minaccia per il futuro. Non sappiamo se potremo continuare a beneficiare dei prestiti per restare in equilibrio.

Quattro elementi indeboliscono la nostra situazioneanalizza. Un’inflazione galoppante che ha portato il bilancio di Charleroi da 450 milioni di euro a quasi 600 milioni di euro tra il 2018 e il 2023, costi pensionistici che gravano sulle finanze, un sistema fiscale meno redditizio che altrove e un sottofinanziamento cronico dei servizi pubblici (polizia, CPAS, servizi di emergenza, ecc.) che ci sono stati delegati.” In altre parole, è la bottiglia d’inchiostro…

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole