L’esercito israeliano annuncia la morte di un soldato beduino tenuto in ostaggio a Gaza

L’esercito israeliano annuncia la morte di un soldato beduino tenuto in ostaggio a Gaza
L’esercito israeliano annuncia la morte di un soldato beduino tenuto in ostaggio a Gaza
-

L’esercito israeliano e l’Hostage Families Forum hanno annunciato lunedì la morte di un soldato beduino, ucciso il 7 ottobre durante l’attacco del movimento islamico palestinese Hamas in Israele e il cui corpo è stato portato nella Striscia di Gaza. Finora presunto ostaggio di Hamas, il sergente maggiore Mohammad Alatrash, un beduino di 39 anni del villaggio di Moulada (sud di Israele), “è caduto in combattimento e poi è stato tenuto in ostaggio da un’organizzazione terroristica”ha detto l’esercito in una nota.

Lo ha affermato il Forum delle famiglie degli ostaggi “piango profondamente la perdita del sergente maggiore Mohammad Alatrash”, “Caduto in combattimento il 7 ottobre poi portato a Gaza dai terroristi di Hamas”. I l “lascia due mogli e 13 figli”ha aggiunto la principale associazione di ostaggi nel suo comunicato stampa.

Con la morte del sergente maggiore Mohammad Alatrash, il numero delle vittime uccise nel sanguinoso attacco di Hamas è salito a 1.195, in maggioranza civili, secondo un conteggio dell’AFP basato su dati ufficiali israeliani. Delle 251 persone rapite il 7 ottobre, 116 sono ancora detenute a Gaza, 42 delle quali secondo l’esercito sono morte. La campagna militare israeliana lanciata come ritorsione sul piccolo territorio palestinese ha provocato 37.626 morti, in maggioranza civili, secondo i dati del Ministero della Sanità del governo di Hamas per Gaza.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole