Incendi boschivi | Revoca dell’ordine di evacuazione a Port-Cartier, stato di emergenza mantenuto

Incendi boschivi | Revoca dell’ordine di evacuazione a Port-Cartier, stato di emergenza mantenuto
Incendi boschivi | Revoca dell’ordine di evacuazione a Port-Cartier, stato di emergenza mantenuto
-

I circa 1.000 abitanti di Port-Cartier evacuati giovedì sera a causa degli incendi boschivi possono ora tornare alle loro case, anche se due incendi boschivi sono ancora fuori controllo nella regione e lo stato di emergenza viene mantenuto.


Inserito alle 7:28

Aggiornato alle 14:54

Un incendio boschivo vicino a Port-Cartier, sulla North Shore, ha portato giovedì all’evacuazione delle residenze a nord della Route 138. Lunedì pomeriggio le autorità cittadine hanno autorizzato il rientro dei residenti, precisando che la situazione potrebbe cambiare rapidamente.

“La situazione è lungi dall’essere risolta”, ha sottolineato il sindaco di Port-Cartier, Alain Thibault, prima di annunciare la revoca dell’ordine di evacuazione. “La cautela resta essenziale”, ha aggiunto, precisando che la Sûreté du Québec sarà sul posto per aiutare i residenti a tornare alle loro case in sicurezza.

Melanie Morin, responsabile della prevenzione e della comunicazione della Società per la protezione delle foreste contro gli incendi (SOPFEU), ha chiarito che due incendi sono ancora fuori controllo nella regione e che, con il clima caldo e secco, saranno attivi durante il giorno.

Il primo incendio, situato a ovest e a est del lago Walker, è ancora considerato fuori controllo e ha una superficie di circa 1.165 ettari. MMe Morin ha detto che 28 vigili del fuoco erano a terra lunedì nella parte meridionale dell’incendio, oltre a quattro navi cisterna.

“Non è impossibile vedere i tappi di fumo, sentire l’odore del fumo nelle zone abitate”, ha detto.

La situazione è simile per quanto riguarda il secondo incendio, nel settore del Lago Morin. Quest’ultimo, situato a circa 12 km a nord di Port-Cartier, si estende su circa 919 ettari ed è anch’esso fuori controllo. Lì lavorano circa 24 vigili del fuoco forestali, oltre a due elicotteri pesanti che effettuano “irrigazione continua”, ha detto M.Me Morin.

La prossima pioggia non è prevista prima di mercoledì.

Lunedì mattina, il fumo denso emanato dall’area ha reso difficile la mappatura degli incendi per le squadre SOPFEU. Non dovremmo quindi sorprenderci se nei prossimi giorni aumenterà il numero di ettari colpiti dagli incendi, ha indicato Melanie Morin.

Il direttore generale di Port-Cartier, Nicolas Mayrand, da parte sua, ha invitato i cittadini a risparmiare l’acqua potabile. Ha detto che la qualità dell’aria per ora è stabile.

Il fumo degli incendi boschivi non causa più una cattiva qualità dell’aria a Port-Cartier e Sept-Îles, ha affermato lunedì mattina Environment Canada, avvertendo che un cambiamento nella direzione del vento potrebbe portare a un deterioramento della qualità dell’aria nelle prossime ore. La città di Port-Cartier ha anche affermato che la qualità dell’aria sarà ancora una volta un tema da monitorare durante la giornata.

-

PREV Qual è l’ostacolo che ci impedisce di credere in Gesù? -ZENIT
NEXT Perché il blocco dei prezzi alimentari PFN potrebbe far perdere potere d’acquisto ai francesi