Chariot affida il marketing alla connazionale Vivo Energy – Le1

Chariot affida il marketing alla connazionale Vivo Energy – Le1
Chariot affida il marketing alla connazionale Vivo Energy – Le1
-

Chariot Limited (AIM: CHAR), il gruppo energetico di transizione focalizzato sull’Africa, ha annunciato lunedì 24 giugno la firma di un accordo strategico con Vivo Energy. L’accordo riguarda la potenziale commercializzazione del gas naturale estratto dalla licenza Loukos Onshore in Marocco, dove Chariot è operatore con una quota del 75%, mentre ONHYM detiene il restante 25%.

Questa collaborazione tra Chariot Limited e Vivo Energy segna un importante punto di svolta geopolitica per il Marocco e le sue relazioni con il Regno Unito. Unendo le forze per la prima esplorazione e commercializzazione del gas naturale derivante dalla licenza Loukos Onshore, queste due società britanniche diventano pioniere nella storia dello sfruttamento del gas marocchino.

Questa partnership strategica non solo rafforza la loro presenza nel mercato marocchino, ma illustra anche la crescente dinamica del Marocco nella sua ricerca dell’autosufficienza energetica. Promette inoltre di consolidare i legami economici tra le due nazioni e di aprire nuove prospettive per lo sviluppo industriale marocchino.

L’annuncio dell’entrata in gioco del campione panafricano Managem, a seguito dell’acquisizione di Sound Energy, ne è un esempio vivente.

L’esplorazione del gas in Marocco sta accelerando. Una settimana dopo che Managem ha annunciato l’acquisizione di Sound Energy, che gestisce Tendrara LNG, la società britannica Chariot pone la prima pietra miliare per la potenziale futura commercializzazione del gas naturale dalla licenza Loukos Onshore (“Loukos”) in Marocco.

Chariot ha scelto una sua connazionale, la compagnia petrolifera Vivo Energy (ex Shell), con la quale ha firmato un accordo volto a definire le prossime fasi dell’implementazione di un’attività nell’industria del gas. Il presente accordo è strutturato attorno ai seguenti punti:

  1. Fornitura gas domestico: Questo accordo mira a definire le fasi future della fornitura di gas naturale nazionale per soddisfare il crescente fabbisogno energetico dell’industria marocchina.
  2. Partnership midstream per il GNC: Comprende anche la creazione di una partnership per il gas naturale compresso (CNG), per fornire una soluzione energetica affidabile alle imprese locali.

Le due società hanno concordato le seguenti condizioni:

  • Vendite di gas: Chariot prevede di vendere fino a 3 milioni di piedi cubi al giorno (circa 30 milioni di metri cubi all’anno) di gas all’entità dedicata alla commercializzazione del metano, nell’ambito di un contratto a lungo termine.
  • GNC infrastrutturale: Vivo Energy progetterà, finanzierà, costruirà e gestirà un impianto GNC e una rete di distribuzione per trasportare il gas ai clienti industriali in Marocco.
  • Associazione : Tale attività sarà gestita da un’entità dedicata, di cui Chariot potrebbe detenere fino al 49% delle azioni.

Entrambe le parti proseguiranno le trattative per finalizzare accordi di vendita di gas e partnership midstream, con la speranza di raggiungere presto accordi definitivi.

“Siamo lieti di estendere la nostra collaborazione con Vivo Energy all’onshore, vantaggiosa per entrambi i partner e finalizzata allo sviluppo della rete del gas marocchina. Questo accordo ci consente di commercializzare rapidamente la futura produzione di Loukos e di sviluppare ulteriormente i giacimenti preesistenti. Lavorando in coordinamento con ONHYM, ci concentreremo inizialmente sui mercati esistenti, sostenendo allo stesso tempo lo sviluppo dell’infrastruttura di Vivo Energy per il GNC. »

Pierre Raillard, direttore generale di Chariot Maroc

Tabella riassuntiva dell’accordo tra Chariot Limited e Vivo Energy

Categoria Dettagli
Attori principali Carro limitato (OBIETTIVO: CHAR): Gruppo energetico di transizione focalizzato sull’Africa.
Energia Vivo : Gruppo panafricano per la commercializzazione e distribuzione di carburanti e lubrificanti.
ONIMO : Ufficio nazionale degli idrocarburi e delle miniere (partner di Chariot nella licenza Loukos: Chariot 75%, ONHYM 25%).
Obiettivo primario – Definire i prossimi passi per l’implementazione di un’attività dell’industria del gas.
– Fornitura di gas domestico.
– Partnership midstream per il gas naturale compresso (CNG).
Figure chiave Volume di gas inizialmente pianificato : Fino a 3 milioni di piedi cubi al giorno (30 milioni di metri cubi all’anno).
Partecipazione dei carri : Fino al 49% delle azioni dell’entità dedicata all’attività CNG.
appuntamenti importanti Completato recentemente : La prima campagna di trivellazione di Chariot sotto la licenza Loukos.
Prossimi passi : Pianificazione delle operazioni di prova di flusso per il pozzo OBA-1 e integrazione dei dati della campagna di perforazione e dei dati sismici per valutare le potenziali risorse.
Dettagli dell’accordo Produzione e vendita gas : Chariot venderà i volumi iniziali di gas naturale all’entità dedicata alla commercializzazione del GNC nell’ambito di un accordo di vendita di gas a lungo termine.
Impianto metano e rete di distribuzione : Vivo Energy progetterà, finanzierà, costruirà e gestirà un impianto CNG nonché una rete di distribuzione per il trasporto di gas sotto forma di GNC a clienti industriali in Marocco.
Vantaggi dell’accordo Per carrello : Opportunità per una rapida commercializzazione della futura produzione di Loukos, sviluppo di giacimenti di gas preesistenti e potenziale di crescita attraverso future esplorazioni.
Versa Vivo Energy : Rafforzare la rete del gas marocchina e sostenere la decarbonizzazione dell’industria marocchina.

Va notato che Chariot ha recentemente completato la sua prima campagna di perforazione sulla licenza Loukos e prevede di testare presto l’OBA-1. Il sito di Loukos contiene altre risorse di gas inesplorate, che promettono ulteriore potenziale di produzione. I dati raccolti durante la perforazione e i dati sismici 2D e 3D rielaborati sono attualmente in fase di analisi per valutare queste risorse.

Il gas naturale è essenziale per la decarbonizzazione del Marocco, come auspicato da Sua Maestà il Re. Questo progetto soddisfa il fabbisogno energetico delle industrie marocchine e si inserisce perfettamente in questa visione. »
Questo accordo segna un passo cruciale per Chariot e Vivo Energy, contribuendo in modo significativo allo sviluppo energetico del Marocco e aprendo nuove opportunità per il settore del gas naturale.

Matthias de Larminat, amministratore delegato di Vivo Energy Maroc

Il suo partner, Vivo Energy, è la seconda compagnia petrolifera del Marocco, detiene una quota di mercato del 22% e gestisce una rete di oltre 400 stazioni di servizio.

Tabella comparativa delle 3 principali compagnie petrolifere del Marocco: Vivo Energy, Afriquia e TotalEnergies

Criteri Vivo Energy Marocco Africa TotalEnergies Marocco
Rete delle stazioni di servizio Più di 400 stazioni Shell Più di 500 stazioni Ambiente 370 stazioni
Prodotti e servizi Carburanti, lubrificanti, GPL con il marchio Butagaz Ampia gamma di carburanti, servizi aggiuntivi Carburanti, lubrificanti, prodotti petroliferi e prodotti chimici
classifica Secondo con una solida reputazione, il carburante Shell V-Power eletto “Prodotto dell’anno” nel 2021 Primo secondo lo studio Sunergia con il 45% di citazioni Terza con il 21% delle citazioni, subito dietro Shell con il 22%
Certificazioni Siti certificati ISO 14001 V.2015 Non specificato Forte impegno verso iniziative ambientali e comunitarie
Capacità di memoria Non specificato La più grande capacità di stoccaggio del Marocco con 980.000 m³ Numerosi impianti di miscelazione GPL e lubrificanti
Iniziative Partnership con Green Energy Park per la mobilità green Programma di sostegno per giovani imprenditori “1.000 Fikra” Progetti di energia rinnovabile, sviluppo di un parco eolico a Tan-Tan
Impegni Gestione ambientale, progetti sociali Coinvolgimento in iniziative di sviluppo sociale e imprenditoriale Iniziative sulle energie rinnovabili e sulle bioenergie

Questo accordo tra Chariot Limited e Vivo Energy segna un passo importante per lo sviluppo dell’industria del gas in Marocco. Combinando le risorse e le competenze di queste due società, il progetto mira a soddisfare il crescente fabbisogno energetico del Paese, sostenendo al contempo gli obiettivi di decarbonizzazione del Marocco.

-

PREV Il ritorno di Bitcoin potrebbe accendere i prezzi di TON, AVAX, KAS e XMR: cosa aspettarsi
NEXT L’ex consigliere di Trump Steve Bannon inizia a scontare la pena detentiva