i candidati ambientalisti si ritireranno al secondo turno se arrivano terzi e la RN rischia di vincere, annuncia Marine Tondelier

i candidati ambientalisti si ritireranno al secondo turno se arrivano terzi e la RN rischia di vincere, annuncia Marine Tondelier
i candidati ambientalisti si ritireranno al secondo turno se arrivano terzi e la RN rischia di vincere, annuncia Marine Tondelier
-

I candidati ecologisti alle elezioni legislative anticipate si ritireranno al secondo turno a favore di un candidato “che rispetta i valori della Repubblica” in caso di possibile vittoria del Raduno Nazionale, lo ha annunciato lunedì 24 giugno all’AFP il capo del partito Marine Tondelier. “Ogni volta che un candidato ambientalista, membro del Fronte Popolare, arriverà al terzo posto, si ritirerà a favore del candidato che rispetta i valori della Repubblica per battere l’estrema destra”ha dichiarato, precisando di attendere da ora in poi “la stessa chiarezza di tutte le forze politiche che si dicono repubblicane”. Segui il nostro live streaming.

Jean-Luc Mélenchon “non sarà primo ministro”, dice Marine Tondelier. Il leader di La France insoumise (LFI), Jean-Luc Mélenchon, “non è il leader del Nuovo Fronte Popolare e non sarà Primo Ministro”, ha dichiarato lunedì all’AFP il capo degli ecologisti, Marine Tondelier. All’interno dei diversi partiti che compongono l’alleanza di sinistra, PS, LFI, PCF ed Ecologisti, “c’è un accordo sul fatto che il Primo Ministro debba essere trovato con il consenso tra le diverse forze politiche”, aggiunge. Da parte loro, lo dichiarano sul social network il socialista Olivier Faure e il comunista Fabien Roussel “Nessuno può proclamarsi Primo Ministro”.

Jordan Bardella vuole discutere con Jean-Luc Mélenchon. Lunedì, durante la presentazione del suo programma, Jordan Bardella ha dichiarato di volere Jean-Luc Mélenchon “venite a discutere” Martedì su TF1 davanti a lui e Gabriel Attal, che hanno notato che l’invito del canale era stato fatto “ai candidati alla carica di Primo Ministro”. Il capo del governo ha inoltre fatto sapere di volere la presenza del leader della France insoumise, che ha rifiutato. Il Nuovo Fronte Popolare (NFP) sarà rappresentato dal coordinatore di La France insoumise, Manuel Bompard, martedì su TF1 poi dal primo segretario del PS, Olivier Faure, giovedì su France 2.

Il leader della RN ha presentato il suo programma. Giordano Bardella rivelato “le priorità del governo di unità nazionale” che il partito di estrema destra vuole mettere in atto in caso di vittoria alle elezioni legislative. Egli particolarmente proposto “un big bang di autorità” a scuola “dall’inizio di settembre”in particolare con il divieto dei telefoni cellulari negli stabilimenti e dell’uso delle uniformi.

Bruno Le Maire colpisce gli estremi. Interrogato su -, ha detto il ministro dell’Economia “che l’estrema sinistra e l’estrema destra sono ugualmente dannose per il Paese dal punto di vista economico, oltre che dal punto di vista valoriale”. Deplorava i discorsi “antisemita” detenuti da alcuni membri del Nuovo Fronte Popolare. “Allearsi è essere complici”ha stimato.

Laurent Berger vuole bloccare la RN. In “Le 4 verità”, lunedì mattina su France 2, l’ex segretario generale della CFDT afferma di esserlo “preoccupato per il possibile arrivo del Rally Nazionale in questo paese”. Secondo lui il Rally Nazionale lo è “un partito che gioca sulle paure” et “non è la soluzione” alle difficoltà del Paese. L’ex leader sindacale invita al sorteggio “prospettive positive”.

-

PREV i prezzi scendono, l’elettrico ora è più accessibile del diesel!
NEXT È morta all’età di 75 anni l’attrice Shelley Duvall