Il PSG è avvantaggiato dal calendario della Ligue 1?

Il PSG è avvantaggiato dal calendario della Ligue 1?
Il PSG è avvantaggiato dal calendario della Ligue 1?
-

21 giugno 2024 alle 16:20 di Tommaso

PSG e presunti vantaggi di calendario? La LFP risponde.

È una domanda che ritorna sui social, a maggior ragione in questa stagione 2023-2024, vista la progressione del club in Champions League: Il PSG è avvantaggiato dal calendario della Ligue 1? Legittimo sospetto o inutile paranoia? La Professional Football League (LFP) ha risposto, a margine della rivelazione del calendario della stagione 2024-2025 della Ligue 1.

Il PSG non ha alcun vantaggio, ma i club europei, se lo fanno

A questo scopo ha invitato Benjamin Viard, il suo direttore del dipartimento concorsi. In un lungo video che illustra il dietro le quinte dello sviluppo del calendario, quest’ultimo spiega la questione del vantaggio giustificato o infondato concesso al Paris Saint-Germain: ” NO. Non favoriamo il PSG più degli altri club europei. È vero che abbiamo criteri aggiuntivi. Come ho detto, chiediamo ai club la loro indisponibilità dello stadio. Per i club europei, poiché la nostra strategia in campionato è garantire che i nostri club operino a livello europeo, diamo loro l’opportunità di esprimere quelli che chiameremo desideri piuttosto sportivi. Ma anche qui è molto variabile; Ci sono club che avranno strategie molto sportive sui desideri, altri che avranno strategie un po’ meno sportive e legate anche alla redditività economica dello stadio e del giorno della partita. »

Capire che non si tratta di un club in particolare, ma dell’Europa in senso generale e della presunta volontà della Lega di favorirlo. “I club europei hanno la possibilità di integrare i desideri, noi cerchiamo di rispondervi perché è la nostra strategia. Ma a volte è difficile rispondere positivamente a tutto ciò che i club vogliono”.conclude su questo argomento Benjamin Viard.

-

PREV Türkiye: Trilioni di energia aumentano la produzione di gas nel giacimento SASB
NEXT I concerti di Taylor Swift hanno davvero avuto un impatto sull’inflazione nel Regno Unito?