Accessibile al pubblico solo ogni due anni: questo osservatorio della Costa Azzurra vi apre le sue porte gratuitamente quest’estate

Accessibile al pubblico solo ogni due anni: questo osservatorio della Costa Azzurra vi apre le sue porte gratuitamente quest’estate
Accessibile al pubblico solo ogni due anni: questo osservatorio della Costa Azzurra vi apre le sue porte gratuitamente quest’estate
-

Da quando Thomas Pesquet ci ha mostrato la stazione spaziale internazionale, l’interesse del grande pubblico per l’astronomia è aumentato. Così, per la 22esima notte di Open Domes, che si svolgerà sabato 6 luglio, l’Osservatorio della Costa Azzurra attende tra le 2.000 e le 3.000 persone sull’altopiano di Calern, a Caussols!

L’occasione è unica: questo evento, organizzato una volta ogni due anni, permette di visitare le installazioni scientifiche, incontrare i professionisti che vi lavorano, ascoltare convegni sui temi più diversi e partecipare a laboratori, così che grandi e piccini possano imparare sull’astronomia.

Due mesi di preparazione

“Parleremo di quello che sta accadendo in Costa Azzurra con, ad esempio, un convegno sui terremoti E andremo fino ai confini dell’Universo”, annuncia Clémence Durst, responsabile dell’organizzazione. Oltre alle quaranta conferenze – di cui una dalla stazione Concordia in Antartide e una in diretta dal Cile – i visitatori potranno effettuare osservazioni diurne e notturne, assistere a riprese laser sui satelliti e conoscere tutte le missioni spaziali in cui l’ l’osservatorio è coinvolto…

50° anniversario del sito

La notte delle Domes Ouvertes è gratuita, ma è necessario registrarsi perché i parcheggi sono limitati.

Situato in mezzo alle montagne, l’osservatorio – che quest’anno festeggia il suo cinquantesimo anniversario – gode di una posizione privilegiata, lontano dall’inquinamento luminoso. Ma apre le porte al pubblico solo ogni due anni perché sono necessari sei mesi di preparazione. “Tutti i partecipanti, ovvero un terzo dello staff, sono volontari. Ciò richiede molta mobilitazione interna”, spiega Clémence Durst. Che viene premiato dal successo dell’evento perché, in una settimana, sono già stati prenotati più di 600 posti su 700.

Conoscere+

Notte delle cupole aperte, sabato 6 luglio dalle 16 alle 2, sull’altopiano di Calern a Caussols.

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

-

NEXT Tour de France: “Più che di mancanza di palle preferirei parlare di intelligenza agonistica”