È vietato accendere fuochi all’aperto all’interno o in prossimità delle foreste in tutto il Quebec orientale

-
I fuochi da campo scarsamente spenti provocano una media di 60 incendi boschivi ogni anno in Quebec. (Foto Sopfeu)

Il Ministero delle risorse naturali e delle foreste vieta gli incendi all’aperto nelle foreste o vicino alle foreste in tutto il Quebec orientale a causa delle condizioni meteorologiche.

La decisione, presa in collaborazione con la Società per la protezione delle foreste dagli incendi (SOPFEU), è entrata in vigore giovedì a mezzogiorno.

Ecco la mappa dei settori interessati dal divieto:

Incendi boschivi - DIVIETO DI INCENDI ALL'APERTO NELLE FORESTE O IN PROSSIMITÀ (Gruppo CNW/Società per la Protezione delle Foreste dagli Incendi)Incendi boschivi - DIVIETO DI INCENDI ALL'APERTO NELLE FORESTE O IN PROSSIMITÀ (Gruppo CNW/Società per la Protezione delle Foreste dagli Incendi)
Incendi boschivi – DIVIETO DI INCENDI ALL’APERTO ALL’INTERNO O IN PROSSIMITÀ DI UNA FORESTA (Gruppo CNW/Società per la Protezione delle Foreste dagli Incendi)

COSTA NORD : Manicouagan (96) – per la sua porzione a est del fiume Manicouagan così come per la sua porzione dell’isola René-Levasseur, Sept-Rivières (971), Caniapiscau (972) – solo per la sua porzione dell’isola René -Levasseur, Minganie (981 ) – compresa l’Isola di Anticosti, Le Golfe-du-Saint-Laurent (982).

SAINT-LAURENT BASSO: La Matapédia (07), La Matanie (08), La Mitis (09), Rimouski-Neigette (10), Les Basques (11).

GASPÉSIE-ÎLES-DE-LA-MADELEINE: Le Rocher-Percé (02), La Côte-de-Gaspé (03), La Haute-Gaspésie (04), Bonaventura (05), Avignone (06).

Per consultare la mappa del territorio interessato, clicca qui.

Attualmente in Quebec sono attivi tre incendi. Dall’inizio della stagione di protezione, 183 incendi boschivi hanno interessato 11.971 ettari.

Coloro che contravvengono a un’ordinanza che vieta il fuoco all’aperto nella foresta o nelle sue vicinanze sono passibili di una multa che può variare da 500 a 50.000 dollari.

-

NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole