Mélenchon cripta il programma PFN, Édouard Philippe affronta Macron

Mélenchon cripta il programma PFN, Édouard Philippe affronta Macron
Mélenchon cripta il programma PFN, Édouard Philippe affronta Macron
-

Questa trasmissione in diretta è ospitata dai giornalisti della sezione Informazioni generali.

9 del mattino. La CFDT, attraverso la sua segretaria generale Marylise Léon, ha comunicato che non darà istruzioni di voto ai suoi membri, lasciandoli liberi di decidere ” libero arbitrio “.

“La CFDT è decisamente contraria all’estrema destra. Siamo contrari a tutto ciò che propongono […]. Siamo sul punto di dire “tutto tranne l’estrema destra” senza dare istruzioni di voto”ha però ricordato RMC.

8:40. Dopo Sandrine Rousseau su TF1, è stata la deputata socialista Valérie Rabault a irridere il campo presidenziale, su France 2. “Bruno Le Maire si è rifiutato di discutere con me anche se questo programma è credibile e fattibile”, lei disse. Secondo lei, il programma del Nuovo Fronte Popolare ammonta a 106 miliardi di euro tra il 2024 e il 2027.

“Quello che ho fatto con questa crittografia […] è dimostrare che se avremo la maggioranza nell’Assemblea nazionale, saremo immediatamente in grado di attuare un programma credibile e realizzabile”, lei ha aggiunto. Interrogata sulle parole di Jean-Luc Mélenchon, che stima il costo del programma in 200 miliardi di euro, ha risposto di aver “un orizzonte temporale leggermente più ampio”.

8:20 Secondo Sandrine Rousseau tutti hanno abbandonato il presidente Emmanuel Macron. “Macron aveva una strada da percorrere quando è stato eletto sette anni fa, e qui si ritrova in un vicolo cieco. Questo è il prezzo del tradimento, del tradimento della propria maggioranza […] Tutti lo abbandonano, nessuno capisce la sua decisione”ha giudicato su TF1.

Ha inoltre precisato che in caso di un secondo turno dell’RN-Ensemble chiamerà “mettere una barriera affinché non ci siano rappresentanti eletti della RN, affinché siano il meno possibile, anche se ciò significa votare per la maggioranza presidenziale; »

8 del mattino.. Marine Le Pen denuncia l’attacco al candidato del RN Henri Breuil, in un mercato a Saint-Étienne, accusando l’ultrasinistra. “Una campagna elettorale in una democrazia non può ammettere questo sfogo di ultraviolenza da parte di un’estrema sinistra pronta a tutto pur di seminare il caos”, ha scritto su X.

07:30. In un’intervista con FigaroJean-Luc Mélenchon ha indicato che il programma del Nuovo Fronte Popolare costerebbe 200 miliardi di euro alle finanze statali ma che frutterà 230 miliardi di euro, grazie ad un “stimolare l’attività”.

“La spesa sociale crea benessere, che permette il consumo, che a sua volta produce occupazione ed entrate fiscali”riassume il fondatore di LFI. “Il nostro programma aumenterà il potere d’acquisto attraverso il congelamento dei prezzi e tagli fiscali per il 92% dei contribuenti”aggiunge, mentre il PFN illustrerà il suo programma nel corso di una conferenza stampa a mezzogiorno.

7:00 E’ una frase che fa molto rumore. Martedì sera, al microfono di TF1 Édouard Philippe ha indicato che Emmanuel Macron lo aveva fatto “ha ucciso la maggioranza presidenziale” decidendo di sciogliere l’Assemblea Nazionale, e che sarebbe quindi necessario “creare una nuova maggioranza”.

-

PREV TWFG valuta l’IPO a 17 dollari per azione, sopra le aspettative da Investing.com
NEXT Per abbassare i prezzi dell’elettricità, il prossimo governo dovrà cambiare le regole