Maltempo nell’Isère: “È un piccolo miracolo che non ci siano vittime” nell’Oisans

-

È un piccolo miracolo che finora non ci siano vittime. la notte è stata molto complicata“, racconta a France Bleu Isère Jean-Louis Arthaud, sindaco di Saint-Christophe-en-Oisans (Isère), questo venerdì mattina, mentre L’Isère è in allerta arancione per temporali e allagamenti. Il settore dell’Oisans è il più sensibile, la frazione di La Bérarde è isolata dal mondo, un ponte è stato spazzato via dal torrente Etançons. “Ci sono stati dei rifugi, ma questa mattina abbiamo ancora una cinquantina di persone bloccate a La Bérarde. L’unità di crisi sta preparando una potenziale evacuazione“, spiega Jean-Louis Arthaud.

Nella notte abbiamo avuto un intervento catastrofico sulla Bérarde con lo straripamento di un torrente. La frazione di La Bérarde è tagliata in due da un torrente“, spiega Jean-Louis Arthaud. Le immagini sui social network mostrano effettivamente fiumi ingrossati dalle precipitazioni.

Evacuazione in corso questo venerdì mattina verso Deux-Alpes

Diversi elicotteri, in particolare quelli della Sicurezza Civile, hanno iniziato l’evacuazione questo venerdì mattina. “Un centinaio di persone da evacuate che saranno trasportate a Deux Alpes“, spiegano i servizi di emergenza a France Bleu Isère. Secondo le nostre informazioni, 97 persone erano state evacuate poco prima delle 8 del mattino. Tutte erano riparate in due luoghi separati nella frazione di La Bérarde in attesa dell’intervento degli elicotteri e della loro evacuazione a France Bleu Isère. Deux-Alpes.

Danni nella valle della Romanche?

Parte del romancio lo era messo in allerta arancione dalla prefettura dell’Isère a causa del rischio esondazioni, livello di allerta 3 su 4, con notevole rischio di esondazione.

Il livello del fiume si è già alzato giovedì, ma questa mattina potrebbe essere raggiunto un nuovo picco di piena, più significativo e anche oltre la soglia “dannosa” secondo le autorità. L’esondazione del fiume potrebbe quindi causare danni in alcuni punti.

L’acqua era già salita a 3,35 questo giovedì a Notre-Dame-de-Mésage, ma potrebbe raggiungere 3,40-3,65 questo venerdì.

A Grenoble la strada sull’argine – la strada di Corato – è chiusa da ieri, la carreggiata è allagata.

Il cammino sulle sponde di Grenoble questo venerdì 21 giugno ©Radio Francia
Cristiano Rouge

-

PREV Chi è Lara Trump, la nuova musa del clan Trump?
NEXT Incidente su due ruote a Neau, la vittima è stata trasportata in elicottero