Crisi in Nuova Caledonia: gli studenti di altre sei scuole pubbliche dovranno riprendere lunedì a Nouméa

Crisi in Nuova Caledonia: gli studenti di altre sei scuole pubbliche dovranno riprendere lunedì a Nouméa
Crisi in Nuova Caledonia: gli studenti di altre sei scuole pubbliche dovranno riprendere lunedì a Nouméa
-

Tutta una serie di scuole pubbliche di Nouméa che non riuscivano ancora a trovare i loro studenti dovranno ora riprendere lunedì 24 giugno. I bambini che andavano a Les Pervenches vengono trasferiti a Christine-Boletti.

Una dopo l’altra, le informazioni relative al graduale ritorno a scuola degli studenti neocaledoniani. In un comunicato stampa diffuso venerdì, il comune di Nouméa ha annunciato che la prossima settimana riapriranno sei scuole. Spiegazioni.

Si tratta di stabilimenti rimasti chiusi perché non era garantita la sicurezza nel loro settore o a causa di abusi.

  • La scuola Ernest-Risbec, a Trianon, che lo scorso fine settimana era stata decisa a rimanere chiusa a causa dei disordini nelle vicinanze.
  • Scuola Guy-Champmoreau, a N’Géa.
  • Scuola Adrienne-Lomont, in Normandia, nell’antica città di Saint-Quentin, di cui NC 1 ha parlato del ritorno degli insegnanti.
  • Scuola Albert-Perraud, presso l’aerodromo di Magenta.
  • Scuola Mathilde-Broquet, vicino ad Artigue nel Magenta.
  • Per quanto riguarda l’asilo Les Pervenches, distrutto da un incendio nello stesso settore di Portes-de-Fer, i suoi alunni saranno accolti al Christine-Boletti, vicino allo stadio Magenta.
  • Il Comune assicura “tutte le scuole aperte soddisfano le condizioni di sicurezza, accesso e supervisione che consentono agli studenti di essere accolti” Lunedì 24 giugno.
  • In termini di orari e condizioni di accoglienza, ciascun direttore della struttura è responsabile dell’informazione delle famiglie.
  • Il servizio mensa dovrà essere erogato regolarmente. Non è tuttavia possibile organizzare l’asilo nido mattutino e serale. I genitori verranno informati della ripresa del servizio.

Una ventina di scuole pubbliche di Noumea, su un totale di 46, hanno ripreso ad accogliere i bambini questa settimana. Per quanto riguarda le scuole pubbliche di Nouméa che non sono ancora in grado di accogliere i bambini, il personale docente garantirà la continuità educativa, indica il municipio in questo comunicato. E per aggiungere: “I servizi comunali e il Dipartimento per l’Istruzione e il Successo della Provincia Meridionale continuano a mobilitarsi per consentire una riapertura graduale di queste strutture il più rapidamente possibile”.

Questi sono, ad esempio, François-Griscelli a Montagne-coupée, Gustave-Lods a Logicoop o l’asilo Les Roses a Rivière-Salée.

-

NEXT Taiwan rileva 66 aerei militari cinesi, un record per lo stesso giorno