La Giornata Mondiale del Rifugiato vista dal Camerun – DW – 20/06/2024

La Giornata Mondiale del Rifugiato vista dal Camerun – DW – 20/06/2024
La Giornata Mondiale del Rifugiato vista dal Camerun – DW – 20/06/2024
-

In Africa, il Camerun ospita quasi mezzo milione di rifugiati, la maggior parte dei quali si trova nella parte orientale del territorio. Alcuni vivono in Camerun da anni e stanno cercando di integrarsi. In particolare, lo Stato camerunese ha offerto loro l’accesso alla copertura sanitaria universale.

Procedure amministrative complicate

Il principe Saturnino vive in Camerun dal 2013. Sono trascorsi undici anni da quando questo centrafricano è fuggito dalla guerra civile che imperversa nel suo Paese, un conflitto che è costato la vita a diversi membri della sua famiglia.

Gli studenti rifugiati ciadiani in CAR vogliono continuare a studiare

Questo browser non supporta l’elemento video.

Specialista in manutenzione e computer di rete, questo rifugiato, con sede in un quartiere operaio di Douala, offre formazione informatica e aiuta anche i nuovi arrivati ​​con le loro procedure amministrative.

Guido i rifugiati nelle loro attività professionalilui spiega. Chi ha bisogno di determinati documenti e non sa come fare, lo indirizzo ai servizi competenti. Per quanto riguarda l’UNHCR, li dirigo per i file, nelle interviste. Spiego loro dove bussare affinché la loro voce possa essere ascoltata. A volte ce ne sono alcuni che restano lì per due, tre, quattro o cinque anni… e che non hanno lo status di rifugiato. Li rimando al partner esecutivo dell’UNHCR e all’ufficio dell’avvocato. Quelli che sono malati mi chiamano e io li indirizzo alle strutture sanitarie partner dell’UNHCR.

Il principe Saturnino sogna di avviare un’attività in proprio, ma i soldi che guadagna bastano appena a sostenere le spese di affitto e familiari.

Aiuto da governo e ONG

In Camerun, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), il Consiglio norvegese per i rifugiati, la ONG francese Azione contro la fame e il governo forniscono aiuti umanitari ai rifugiati, compresi cibo, alloggio, assistenza sanitaria e istruzione per i bambini.

Per attirare l’attenzione sulla difficile situazione di queste persone, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, sono state organizzate numerose attività, tra cui una mostra di arte culinaria nel distretto amministrativo di Douala, a Bonanjo, con il sostegno della ONG Plan International.

Lo Stato camerunese sta cercando di consentire ai rifugiati di beneficiare della copertura sanitaria universaleImmagine: Etienne Mainimo/dpa/picture Alliance

Problemi di alimentazione

I rifugiati rappresentano un terzo delle persone a rischio di insicurezza alimentare acuta in Camerun. I bisogni umanitari sono aggravati dai deficit di sviluppo strutturale.

Ma si osservano miglioramenti nella loro cura, soprattutto in termini di salute. Guillaume Gakpe, segretario del Collettivo dei rifugiati centrafricani a Douala:

Esiste un programma avviato dallo Stato camerunense, in collaborazione con la rappresentanza dell’UNHCR, per cui sono stati presi accordi affinché anche noi rifugiati possiamo beneficiare della copertura sanitaria universale. E attualmente, Aggiunge, esiste un’operazione di arruolamento dei rifugiati che si svolge a seconda dei distretti in cui vivono. Dal 2021 siamo distribuiti nei quattro comuni.

Chiama per donazioni

Nel 2024, il fabbisogno finanziario per aiutare i rifugiati in Camerun resta significativo. L’UNHCR ha stimato che quest’anno avranno bisogno di 460 milioni di dollari per soddisfare i bisogni dei rifugiati e delle comunità che li ospitano in Camerun.

Questo importo rappresenta un aumento rispetto ai 319 milioni di dollari richiesti nel 2023.

Includendo i rifugiati, in Camerun 3,4 milioni di persone necessitano di assistenza umanitaria e protezione.

-

PREV “La necessaria metamorfosi di Donald Trump”
NEXT Chi sarà JD Vance, il vicepresidente di Donald Trump se vince?